L’Italia in NBA risponde subito presente

Nelle ultime due notti è ufficialmente iniziata la nuova stagione NBA. Sarà probabilmente l’anno dell’incertezza. Fino all’ultimo ci sarà spazio per tante squadre al vertice, con i Golden State, detronizzati dai Raptors nella passata stagione, che non sembrano più avere il controllo della Lega. Ma in tutto questo siamo fieri di schierare, anche quest’anno, “l’Italia in NBA”.

Marco Belinelli, Danilo Gallinari, e nuovo arrivato nel suolo americano, Nicolò Melli.

Questa la pattuglia dei nostri che, anche quest’anno, cercheranno di mettersi in mostra nel più importante, e prestigioso, panorama della pallacanestro.

L’inizio dei tre azzurri è già un bel segnale incoraggiante.

L’esordio di Melli: “l’Italia in NBA” fa assolutamente per lui

Dopo aver dimostrato di essere in grado di giocare con i grandi in Europa, Nicolò Melli, fa il suo esordio in NBA, con i suoi Pelicans, nella casa dei campioni in carica dei Toronto Raptors.

New Orleans, priva dell’infortunato Williamson, gioca un ottima partita d’esordio e mette in difficoltà i campioni in carica.

L’esordio di Melli però, è da sottolineare. Senza ombra di dubbio uno dei migliori esordi di sempre per i colori azzurri. La stagione per l’Italia in NBA inizia bene grazie a lui che, partendo dalla panchina, mette insieme in 20 minuti, 14 punti 5 rimbalzi e 2 assist, con un 4 su 5 al tiro. Parte dalla panchina, ma appena entrato mette tre triple, che lo fanno subito stare a suo agio nel parquet americano.

Subito un bel segnale per Melli, che dimostra di poter essere più che utile ai NOLA, e soprattutto ora, senza il tanto atteso Zion, può ritagliarsi un ottimo spazio.

Un ottimo Gallo, un esperto Beli: le due facce dei nostri veterani

Un altro esordio nell’ultima notte, per i colori azzurri, è quello di Danilo Gallinari in maglia Oklahoma Thunder. Il Gallo non sbaglia la sua prima, con 21 punti e un risultato da determinante per i suoi. Peccato che di fronte c’erano gli Utah Jazz, una delle squadre più complete e concrete ad ovest.

Sconfitta che comunque lascia buone speranze, soprattutto per Danilo, che punta alla riconferma nel suo americano.

Un ruolo diverso invece per Marco Belinelli, che parte dalla panchina con i suoi Spurs, ma si prende una vittoria importante all’esordio. Tre punti in 18 minuti, poco forse, ma il contributo di uno dei veterani che, in campo e fuori, da sempre fiducia alla sua squadra.

Insomma un inizio con 2 sconfitte e una vittoria per i nostri colori, ma nonostante ciò, nonostante le sconfitte, le prestazioni ci sono, e ci sarà da divertirsi pure in questa nuova annata.

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “L’Italia in NBA risponde subito presente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *