Singapore regala la rinascita Vettel-Ferrari

Un fine settimana da incorniciare per la Ferrari in quel di Singapore. Una pista strettamente Mercedes, almeno dai pronostici della vigilia, e dall’andamento stagionale, che si è mutata in un uno-due tutto rosso.

Maranello, scommettiamo, che è ancora in festa, nonostante la trasferta in terra russa si avvicina. Una festa inevitabile però, vista la pressione su una monoposto veloce si, ma non adatta a circuiti tecnici come quello asiatico.

Una prestazione fenomenale per gli uomini in rosso, capaci di dominare le qualifiche, con un Leclerc in grandissima forma, e dominare la gara con la doppietta, che sa di rinascita, per Sebastian Vettel.

Tutto questo guidati da un muretto che, da Spa in poi, si è rivelato decisivo nelle scelte e nelle tattiche. Insomma, Mattia Binotto e soci, finalmente, stanno ingranando la retta via. La monoposto, o meglio le modifiche effettuate in questa stagione, stanno regalando una SF90 sempre più competitiva e vincente. Il sogno iridato è oramai sfuggito dalle mani, ma iniziare a vincere, e costruire ora, vuol dire arrivare preparati e carichi per la prossima stagione, che dovrà essere, per forza di cose, quella della definitiva rinascita rossa.

La Ferrari sempre più in crescita, Vettel ringrazia e con Singapore torna a sorridere

Più che sorrisi, quelle sul podio sono vere e proprie lacrime di emozione. Sebastian Vettel è finalmente tornato alla vittoria, un anno dopo l’ultima volta. La strategia della Ferrari lo ha favorito, ma non volontariamente. Perché in tutto questo, il 4 volte campione del mondo, ci ha messo del suo. Ha dimostrato chi è Sebastian Vettel, chi è quel pilota che qualche anno fa dominava le gare. Lo ha fatto vincendo di potenza, di gestione e di cattiveria.

Non ce ne voglia Charles, capiamo la sua rabbia, è normale, ma quello che è successo ieri, serviva tantissimo al tedesco e alla scuderia.

Il futuro si chiama Leclerc, e lo abbiamo capito bene in questi ultimi tre gran premi. Il presente però, voleva il ritorno di un campione, che meritava di tornare a sorridere e riprendere con serenità il suo lavoro, la sua passione più grande.

Da queste tre vittorie di fila, che non succedevano da un’eternità, la Ferrari è pronta a ripartire, verso piste complicate, ma dove con la crescita di squadra, si può superare tutto.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *