Charles Leclerc, il predestinato che ha emozionato Monza

In Belgio, a Spa, è stato il primo squillo, il primo segnale. D’altronde non vinci in una pista del genere, che è l’università dell’automobilismo, se non sei un fenomeno. Charles Leclerc è in forma, ci ha preso gusto, e ha regalato una domenica, un weekend, anzi meglio ancora, una settimana di passione, di tifo sfrenato. Il monegasco si è preso Monza, 9 anni dopo l’ultima volta dell Ferrari (con Fernando Alonso), ma soprattutto si è preso il cuore di tutti gli italiani, che lo amano come se fosse il proprio figlio.

E’ nata una stella, 21 anni fa, come dice Binotto, ma da qui, da queste due splendide gare, si può costruire un futuro meraviglioso.

L’Italia è pazza di Charles Leclerc

Una domenica da cuore in gola, un gran premio non adatto ai deboli di cuore. La macchina è veloce, ma non è la più forte, e questo lo sappiamo da tempo.

Chi non lo sa questo è Charles Leclerc, autore di una gara da fenomeno, da fuoriclasse assoluto. Tenersi dietro il cinque volte campione del mondo, Lewis Hamilton, e il suo fido scudiero Bottas, non era un compito facile. Piccole sbavature le ha commesse, ma d’altronde guidare sotto pressione per una gara intera, non è un fattore semplice.

Ma il predestinato è lui. Quel talento capace di emozionare e commuovere l’intera pista di Monza. Capace di regalare un podio che verrà ricordato per tutta la vita: uno spettacolo senza senso che nessuna pista del mondiale può regalare.

La Ferrari ringrazia Leclerc, perché tutto questo è vita ed energia per il cavallino, in un anno da risultati deludenti. Un anno però, reso meno triste da questa doppietta del monegasco, che ha esultato come se non ci fosse un domani in radio. Ed è normale, ha 21 anni, tutto un paese davanti che fa il tifo per lui, la responsabilità pesantissima di guidare una monoposto che è la più desiderata al mondo.

Leclerc è stato magnifico, ci ha regalato qualcosa di davvero unico, e che speriamo di rivivere in futuro, da appassionati di questo sport che rinasce ogni volta.

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “Charles Leclerc, il predestinato che ha emozionato Monza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *