Berrettini si regala Nadal e le semifinali US Open

Che gli si può dire di più, se non semplicemente che è stato fenomenale. Matteo Berrettini ci regala spettacolo, e continua questo 2019 da favola.

Dopo una lunga battaglia, durata 5 set e tante ma tante belle giocate, Matteo si prende la scena, si prende le semifinali US Open, battendo il francese Monfils.

Numero 13 al mondo, secondo semifinalista italiano di sempre. Berrettini da sogno nel 2019

Sono passati 42 anni, da quando Corrado Barazzutti riuscì a qualificarsi per le semifinali dello Slam americano.

Un eternità praticamente, ed ecco risvegliarsi il tennis italiano, grazie ad un ragazzo fenomenale che ci sta regalando soddisfazioni enormi.

Sta disputando un torneo strepitoso, giocando un tennis bellissimo che gli ha regalato la semifinale di un torneo prestigioso. Una semifinale da vivere tutta d’un fiato, contro, probabilmente, il favorito numero 1 rimasto in scena, Rafa Nadal.

“Non è finita, penso già al prossimo match”

Matteo Berrettini

Queste le parole del post partita. Questa la determinazione di un giovane forte e coraggioso, che non si ferma mai. Quello che c’è dopo è il traguardo più importante di tutti. Almeno questo dovrebbe essere l’insegnamento a qualsiasi sportivo che vuole essere vincente.

A 23 anni sta vivendo un annata magica, fatta di già due titoli vinti e con questa ciliegina del torneo newyorkese, almeno 3 ottavi negli slam più importanti al mondo.

Un predestinato, che però non si deve fermare, non deve abbassare la testa. Con questo risultato si è già preso il numero 13 del ranking mondiale, con la speranza, e il sogno, di continuare a scalarlo. L’obiettivo potrebbe essere anche le ATP Finals, quelle che svolgendosi a Londra, racchiudono i migliori tennisti al mondo, e sarebbe un impresa meravigliosa esserci.

Il tennis azzurro vive di lampi, di momenti. Con Matteo Berrettini però, la musica è diversa, si può sognare in grande, perché abbiamo un fenomeno, un talento vero e proprio.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *