Ribery-Fiorentina, tutto vero per il sogno viola

Franck Ribery da questa mattina è ufficialmente in città. Firenze torna grande, e la Fiorentina ha tra le mani il suo sogno, quello che si tinge clamorosamente di viola.

Dal Bayern Monaco a Firenze, Ribery in Italia anche grazie a Toni

E’ stata una trattativa lunga, lunghissima, durata oltre 40 giorni. Movimenti al buio che hanno permesso al club viola, del nuovo presidente Commisso, di piazzare una grande colpo.

E’ vero, i fasti della carriera di Ribery sono oramai alle spalle, e di certo a Firenze non vedremo il talento che ha vinto la Champions con il Bayern, o quel giovane fenomeno che nel 2006, ha sfiorato il mondiale con la sua Francia, per nostra fortuna.

Ma è proprio li che iniziarono gli intrecci italiani, con Zidane, suo capitano in quella nazionale, che lo vedeva come uno dei più grandi talenti di sempre. In quella finale però, nei colori azzurri c’era un certo Luca Toni, che da rivale in nazionale, è diventato suo compagno di squadra al Bayern Monaco. Una bella amicizia sfociata fino ad oggi, dove proprio l’ex centravanti viola sembra che abbia avuto una parte importante sulla scelta del francese.

Una carriera rovinata da numerosi infortuni per Franck Ribery

Il talento è quello che non tutti possiedono. Quella coppia stellare formata con Robben, è stata croce e delizia nel Bayern. Tanta fantasia ma anche molta sfortuna, quella che fisicamente ha colpito i due fuoriclasse.

Purtroppo i muscoli sono stati il dolore peggiore per Ribery, che è stato costretto a rinunciare a anche alla Nazionale, nel 2014. La decisione di abbandonare Monaco e la Germania, è anche figlia delle sue condizioni fisiche, non sempre ottimali.

La nostra speranza è di vedere quel fenomeno che conosciamo il più possibile nel nostro campionato. Sappiamo che a 36 anni, Franck non potrà di certo dare la dimostrazione di quello che è stato capace di fare negli anni passati, ma siamo sicuri che un giocatore dal suo blasone, e dal suo irrinunciabile talento, da un sapore in più alla prossima Serie A.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *