Ciccone da sogno al Tour: è maglia gialla!

Il primo arrivo in salita, la prima tappa degna di nota di questo Tour de France. I big si sono cominciati a muovere. Thomas ha fatto capire chi comanda in casa Ineos, Quintana delude, nonostante il grande lavoro Movistar, mentre Pinot è sempre li. Poi c’è Alaphilippe, autore di uno splendido inizio di Tour. Julian cerca la difesa disperata sull’ultima salita, sull’ultima rampa de La Planches des Belles Filles, ma nulla può su un immenso Giulio Ciccone da sogno.

Giulio si è preso la maglia gialla, la maglia di leader del Tour de France. Ce l’ha avuta cucita per tutto il tempo della tappa sulle sue spalle, ma nell’arrivo finale, complice la stanchezza e la risposta al fuoco di Alaphilippe, sembra svanire il sogno. Ma per una volta, la favola, è tutta realtà.

Primo Tour, prima fuga, primo arrivo in salita: si conferma un Ciccone da sogno

Ci ha fatto emozionare, di nuovo. Dopo un Giro d’Italia da assoluto protagonista, Giulio si veste ancora con i panni da supereroe e ci regala l’ennesima giornata d’oro di questo 2019.

La vittoria di Viviani ci ha già reso onore e orgoglio, ma questa maglia gialla conquistata dal ciclista della Trek-Segafredo, è qualcosa di strabiliante. E pazienza se la vittoria non è arrivata, non si può avere sempre tutto dalla vita. E’ stato autore di una tappa splendida, una fuga bellissima, dopo ha contribuito fino in fondo, ma si è dovuto arrendere nel finale, quando le gambe gli hanno detto basta di fronte a Teuns.

La sua commozione sul podio ripaga la rabbia del traguardo. D’altronde questo è Giulio Ciccone, un ragazzo che vuole sempre tutto, e che la prima cosa che ha pensato dopo aver tagliato il traguardo era la vittoria appena sfuggita.

Giulio noi siamo orgogliosi di tutto quello che ci stai regalando. Delle grandi emozioni che in questo 2019 hai deciso di dare all’Italia e soprattutto al nostro ciclismo. Questo Ciccone da sogno sarà ringraziato ampiamente dal nostro movimento, che con lui spera sempre di più in un futuro roseo.

C’è tanto da pedalare ancora, e pazienza se questa maglia non arriverà a Parigi o magari nemmeno a domani sera, l’importante che ora sta sulle sue spalle, e che il mondo conosca il nostro campione abruzzese, perché per il futuro delle corse a tappe c’è anche lui.

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “Ciccone da sogno al Tour: è maglia gialla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *