Federer-Berrettini giorno dopo: sconfitta dolce per Matteo

Ottavi di Finale di Wimbledon, Federer-Berrettini: contro il re era difficile a prescindere.

I complimenti, nonostante tutto, sono per uno splendido Berrettini. In questo torneo Matteo, è stato comunque assoluto protagonista. Per la prima volta in carriera si è qualificato per gli ottavi in uno Slam, e solo il maestro Roger Federer poteva regalargli la fine migliore.

Una lezione per il futuro, questo ci lascia il dopo Federer-Berrettini

Se la delusione per il nostro Fognini è ancora alta, per quanto riguarda Matteo Berrettini, alla fine, possiamo quasi essere soddisfatti. Come detto già da tempo, il tennis azzurro, per lo meno quello maschile, sta vivendo un buon momento di forma e di risultati.

Ieri è andato in scena il primo ottavo in uno Slam in carriera per Matteo, e il risultato è stato quello che è stato. Dominio puro per Federer che, in tre set, liquida facilmente il nostro azzurro.

Si è sentita la pressione e il livello che si è ulteriormente alzato per il tennista romano. Solo 5 miseri game contro lo svizzero, una lezione vera e propria che però farà molto bene per il futuro.

“Aver giocato contro Federer sul Campo Centrale nel quarto turno di Wimbledonè stato un sogno che si è realizzato. Sto facendo il mio percorso, sto migliorando giorno dopo giorno, ho disputato una buona stagione sull’erba.

Siamo tutti qui anche un po’ per lui, per tutto quello che ha dato al tennis e per le emozioni che ha regalato a questo sport. È stata una sveglia che penso mi farà crescere.

Federer a fine partita mi ha fatto i complimenti per i tornei giocati sull’erba. Io invece gli ho chiesto quanto gli dovevo pagare per la lezione di tennis”

Le parole di Berrettini parlano chiaro: questo primo Federer-Berrettini lascia una grande lezione di tennis per Matteo e un grande segnale per il futuro. 12-2 il suo percorso su erba quest’anno. Con un torneo vinto e l’età giusta per guardare avanti con grande naturalezza. Il futuro è tutto tuo e azzurro.

 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *