Chris Froome sfortunato, addio a Tour e stagione

L’abbiamo sofferta noi italiani per il nostro Vincenzo Nibali, nel Tour de France dell’anno scorso, per poi riassaporarla quest’anno, al Giro, con Tom Dumoulin. La sfortuna quando colpisce, nel mondo del ciclismo, fa molto male, fa piangere, ti colpisce diretto e ti toglie tutto quello che hai costruito e sudato per arrivare fino a qui. Dopo quello che è successo al Giro d’Italia con l’olandese, siamo di nuovo di fronte ad una brutta tegola, questa volta in casa Ineos. Nella ricognizione di ieri, una caduta, un brutto scontro, ha tolto dai giochi del prossimo Tour, e non solo, uno sfortunatissimo Chris Froome.

Molteplici fratture per Crhis Froome, il leader del Team Ineos

Al via del Giro del Delfinato per preparare al meglio il prossimo Tour de France. Un appuntamento classico per chi, come il keniano bianco, punta fortemente a vincere la Grand Boucle. La sfortuna però quest’anno sembra aver mirato il Team Ineos e soprattutto Chris Froome.

Nel ciclismo, una caduta, può rischiare ti comprometterti la carriera, o addirittura la vita. Questi ragazzi si allenano duramente tutti i giorni, correndo il rischio ogni volta di non rivedere più la propria famiglia. Molteplici fratture riportante da Chris, operato d’urgenza nella scorsa notte. Si parla di un interessamento del femore, del gomito e delle costole. Anche se ancora non si sa niente di più specifico, noi ci stringiamo attorno alla famiglia del britannico, perché in situazioni come questa non resta da fare nient’altro che pregare. La vita non è a rischio, ma certi traumi ti segnano, e vista l’età, rischiano di rovinarti la carriera.

Noi sappiamo bene che Chris Froome è forte, è tosto. Difficilmente si arrenderà così, anzi, tornerà più forte che mai. Il Tour de France quest’anno lo vivrà da spettatore, magari tifando i suoi forti compagni di squadra. State certi però, che il 4 volte vincitore del Giro di Francia non si arrende qui, e andrà a caccia del quinto sigillo giallo, che lo insidierebbe nella leggenda totale.

Il nuovo Team Ineos parte nell’insegna della sfortuna

Da quando è Team Ineos, e non più Sky, la sfortuna sembra aver mirato lo squadrone britannico. Questo di Froome è solo l’ultimo infortunio. Prima del Giro la squadra di Brailsford, è stata costretta a dover dire addio ai sogni di glori con il loro giovane campioncino, Egan Bernal, infortunatosi proprio prima della corsa rosa.

Durante il Giro 102, i britannici perdono anche Gheoghgan Hart, promettente ciclista inglese, caduto durante una tappa di montagna.

L’infortunio di Bernal ha fatto si che ora è a disposizione della squadra per questo Tour, dove ora, con il “solo” campione in carica Geraint Thomas, rischia di andare a caccia di qualcosa di ancora più grande.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *