Top 10 per Fognini: l’Italia collega finalmente un epoca

Adriano Panatta e Corrado Barazzuttigli ultimi azzurri, sul campo maschile, a riuscire a centrare la top 10 del ranking mondiale di tennis. A distanza abissale, più di un epoca dopo, ce l’ha fatta il nostro alfiere azzurro Fabio Fognini.

Al Roland Garros, Fabio è stato eliminato agli ottavi dal tedesco Zverev, ciò nonostante gli ha permesso di ipotecare questo storico piazzamento. E’ stato decisivo il ko di Wawrinka, contro re Roger Federer, un risultato comunque già molto prevedibile.

Top 10 guadagnata grazie al “pareggio” dei risultati dello scorso anno a Parigi

Ottavi di finale nel 2018, e stesso risultato quest’anno. Forse qualche aspettativa in più c’era per il nostro “Fogna”. A questi livelli però, sappiamo bene come è il tennis moderno, soprattutto nel regno maschile. Possiamo, e dobbiamo comunque accontentarci, perché questo è ciò che farà sicuramente Fabio.

Dopo una stagione continua, e piena di risultati e prestazioni, come quella scorsa, è arrivato un 2019 che sta rappresentando il definitivo salto di qualità di Fognini. Un salto però soprattutto mentale. Sono passate poche settimane da quell’assolo fantastico contro Nadal a Montecarlo. Una vittoria che gli è poi valsa la finale del torneo Masters 1000 e la relativa vittoria.

Non ci si può dunque lamentare di quel che stiamo vedendo questa settimana nella terra del Roland Garros. Una eliminazione forse prematura, ma che rende l’idea di quanto è alto il livello dei partecipanti. Anche per questo, per Fognini, sembra essere arrivato il momento di staccare un attimo la spina e riposarsi al meglio. C’è da preparare un ritorno in campo importante, quello che lo vedrà impegnato sul verde di Wimbledon, con una top 10 da difendere.

“La top 10 è per me meritata, è da tempo che cercavo questo obiettivo e ci sono riuscito. Ora mi rilasso e dedico un po’ di tempo alla mia famiglia, facendo poi degli accertamenti per i problemi ai flessori del polpaccio”

Queste le parole rilasciate da Fabio Fognini pochi giorni fa. Ora famiglia e riposo. Noi siamo qui ad aspettare, sperando di poter esultare ancora.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *