Genio e sregolatezza, la Ferrari ha un fenomeno da tutelare

A Monaco nel segno di Lauda. Chi se non Hamilton e la sua Mercedes per ricordare l’austriaco nel gran premio che omaggia la sua carriera. Ma in tutto quello che è successo, nell’assedio di Verstappen alla vittoria, nel podio senza correre rischi di Vettel e Bottas, c’è da sottolineare quei primi giri da genio e sregolatezza di Charles Leclerc.

Se questa stagione, fino ad ora, ha portato solo delusioni in casa Ferrari, c’è il bisogno di guardare e riguardare quei pochi giri del monegasco nella sua pista di casa. In quel poco c’è tutta la rabbia di un ragazzo speciale, che sa di poter fare cose ancora più incredibili.

Charles Leclerc, tra genio e sregolatezza, quello che serve per diventare grande.

Che sia un gran pilota lo hanno capito tutti da tempo. Il dominio in Formula 2 nel 2017 e il suo primo anno in Formula 1 con la Sauber da predestinato.

La sorte gli ha tolto una vittoria certa in Bahrein, ma prima o poi la fortuna tornerà a girare nel suo lato.

Quello che ha fatto vedere in gara a Montecarlo è stato spettacolo puro. La sfortuna, e gli errori della squadra, in qualifica, gli hanno negato la possibilità di salire sul podio nella sua gara. Ma la sua tenacia, la sua voglia di fare, è stata quel mix di genio e sregolatezza che un grande pilota possiede. Poi è andata come è andata. C’è chi dice facile fare sorpassi con una Ferrari e chi dice che alla fine tutto ciò non ha portato a niente. Tutti questi si sbagliano, perché solo un pazzo può sorpassare su quelle strade, e a qualcosa ha portato e come. Si è visto un talento in gabbia, che ha una voglia matta di esporsi e di dire al mondo quanto vale, quanto è forte.

Sta alla Ferrari tutelare questo genio e sregolatezza che Leclerc possiede. Sta al cavallino dare fiducia, e i mezzi, ad un pilota che in 6 gare ha già detto tanto al mondiale. E anche se poco ha raccolto fino ad ora, state certi che questo è un talento cristallino che, se sarà trattato con cura, brillerà di luce iridata ben presto.

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “Genio e sregolatezza, la Ferrari ha un fenomeno da tutelare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *