A Conegliano lo scudetto, la Igor attende la Champions

Per il secondo anno consecutivo lo scudetto femminile, della pallavolo italiana, va in casa della Imoco Volley Conegliano.

Con un netto 3-0, Conegliano ha chiuso la serie contro l’Igor Gorgonzola Novara, lo scorso lunedì, prendendosi così il suo secondo tricolore consecutivo.

Dopo le prime due partite, praticamente dominate da Conegliano, nel terzo atto della finale, c’è stata la riscossa di Paola Egonu e compagne, ma ciò non è bastato. La squadra di Miriam Sylla è riuscita a battere al tie break, per 15-13 le avversarie, prendendosi così il loro terzo scudetto della storia.

La vittoria di Sylla sulla Egonu, questo e altro tra Conegliano e Novara

Le due squadre più forti nel panorama italiano del volley femminile. Giocatrici di assoluto livello, tutto quello che serviva per una finale scudetto. Forse ci aspettavamo più battaglia, perché una squadra come Novara, poteva ambire a qualcosa di più.

La sfida tra due campionesse azzurre, che hanno trascinato la nostra Italia ai Mondiali, è andata a Sylla, che ha avuto la meglio della beniamina di Novara. Eppure in quest’ultimo match, una stellare Paola Egonu, ha provato a trascinare le sue compagne, giocando una partita da extra lusso.

Ciò non è bastato, chiudendo così le porte del tricolore all’Igor Novara. Niente da fare nemmeno per Francesca Piccinini, che vede sfuggire l’ultima possibilità di vincere un altro scudetto.

Sfida infinita tra Conegliano e Novara, prossima tappa Champions

Il prossimo 18 maggio sarà la volta della Champions League, che vedrà di nuovo di fronte Conegliano e Novara, con la possibilità per Chirichella e compagne di prendersi una rivincita.

Una finale tutta italiana che promette spettacolo e regalerà il primo storico trofeo ad una delle due corazzate italiane.

Quindi la sfida non è finita, ma c’è ancora battaglia tra la Imoco e la Igor Gorgonzola, quella per diventare campionesse europee.

 

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “A Conegliano lo scudetto, la Igor attende la Champions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *