Bottas e Mercedes: buona la prima! Buio Ferrari.

È la prima gara, e Melbourne, come pista, non aiuta a capire completamente la verità. Quello che però è indiscutibile è la vittoria, un po’ a sorpresa, di Valtteri Bottas.

La Mercedes riparte da dove aveva finito, cambiando però le carte in tavola.

Lewis Hamilton sorpreso dalla velocità e dalla determinazione del suo compagno finlandese.

Mentre per le Ferrari è notte fonda, deludendo tutte le attese dell’inverno.

Bottas su Hamilton, Mercedes dominante

Succede a volte che il campione perda qualche colpo. Questa volta Bottas di colpi ne ha dati tanti ad Hamilton. Un risultato, sicuramente inatteso.

La Mercedes, dopo i test, sembrava un passo indietro ai rivali della Ferrari, e invece ne esce dall’Australia con il bottino pieno.

Non sarà un Hamilton completamente soddisfatto. Più lento e dietro al suo compagno di squadra, ma la risposta data dal team tedesco è un altro gran segnale alla stagione.

Ferrari così non va, quasi un minuto da Bottas

Un problema di gomma, o meglio un problema alla monoposto di Vettel. Sicuramente qualcosa che non è andato a dovere ci dovrà pur essere.

Nel complessivo un weekend da dimenticare, perché il distacco da Bottas porta solo a questo.

Una gara anonima e inaspettata, dopo tutte le buone premesse dell’inverno.

Qualcosa non ha funzionato, e questa è una sconfitta che pesa fin da subito. La fortuna della Ferrari che è solo il primo appuntamento di un mondiale molto lungo. Ma il Bahrein è dietro all’angolo e sbagliare di nuovo approccio potrebbe essere compromettente per il Team di Maranello.

Primo podio per la Honda, sfortuna Ricciardo all’esordio Renault

Il motore Honda funziona, e sulla Red Bull ne è la dimostrazione effettiva.

Verstappen ci mette del suo, ma intanto regala fin da subito la prima gioia alla nuova motorizzazione.

Se la Red Bull potrà competere fino in fondo è tutto da vedersi. Max Verstappen dimostra di essere maturato e può solo far bene al team, ma la macchina è ancora inferiore alla Mercedes, dal Bahrein si capirà di più.

La sfortuna non abbandona l’ex Red Bull, Daniel Ricciardo. Rompe l’ala all’inizio e ritrova tutti i problemi lasciati alla Red Bull l’anno scorso. La scelta fino adesso non paga, ma la stagione è ancora lunga pure per Ricciardo.

Please follow and like us:

Un pensiero riguardo “Bottas e Mercedes: buona la prima! Buio Ferrari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *