Il ritorno di chi non se ne è mai andato: Gimbo Tamberi!

Ha subito tanto, troppo. Un infortunio che lo ha tormentato a livello fisico, e soprattutto, a livello mentale. Ma nello sport, come nella vita, la rivincita prima o poi arriva sempre. Per Gianmarco “Gimbo” Tamberi la giornata del riscatto è finalmente arrivata.

Nella giornata di ieri a Glasgow, Gimbo si prende la sua rivincita, la sua gioia più grande dopo quel maledetto infortunio.

Gimbo Tamberi è il nuovo campione europeo indoor del salto in alto.

Era dagli Europei all’aperto di Amsterdam, nel 2016, che Gianmarco non tornava con le braccia al cielo e un titolo in più sulle sue spalle.

Ha passato momenti terribili, dove è rimasto da solo, isolato dal mondo, con le sole persone più care vicine a lui.

L’infortunio subito al meeting in Polonia, nel 2016, lo ha portato a rivoluzionare la sua carriera, almeno fino a ieri, quando Gimbo Tamberi è tornato ai vertici dell’atletica mondiale.

Umiltà e lavoro, il nuovo Gimbo Tamberi punta a Tokyo 2020

Gimbo Tamberi e
foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

L’atletica italiana vive di momenti in questi ultimi anni. Momenti resi importanti dai singoli. Un movimento che sta cercando di trovare la giusta via, e il modo migliore per farlo è puntare sulla personalità di persone come Gimbo.

Chi vuole osare troppo, prima o poi va incontro ad un brutto destino.

Purtroppo questo è quello che è successo quasi tre anni fa al nostro atleta anconetano. Ha peccato di presunzione forse, ma lo ha fatto per dimostrare che un talento immenso come il suo, non nasce sempre.

E allora fuori il rock and roll del nostro Gimbo. Perché nella sua nuova vita da atleta è venuta di più l’umiltà.

La consapevolezza di essere forte, uno di migliori al mondo, ma mettersi in gioco con umiltà. Rinunciare a strafare, per tornare ad essere quello su cui puntare.

L’infortunio gli ha fatto saltare le Olimpiadi di Rio, dove la medaglia d’oro in quel momento, era già al suo collo.

Olimpiade saltata per arroganza, voler strafare. Ma questi errori, sono sbagli di gioventù.

L’età della giovinezza per Gimbo Tamberi è oramai passata, ed ora in vista c’è Tokyio 2020, dove Gianmarco è pronto a prendersi la sua rivincita, contro tutto e tutti.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *