Highlights 26esima giornata di Serie A

Una settimana passata tra polemiche e un utilizzo dei Social a dir poco stucchevole. Per fortuna torna il calcio giocato, con la 26esima giornata di Serie A, che proverà a far passare tutti i mali.

Subito una sorpresa, Inter ko a Cagliari, nell’anticipo della 26esima giornata

Brutta botta in quel di Cagliari per i i nerazzurri di Spalletti. L’Inter perde alla Sardegna Arena, nonostante una marea di palle gol buttate via nella ripresa. Pagata la cattiva prestazione del primo tempo, dove i sardi si sono divorati diverse occasioni.

Un brutto stop per la squadra di Milano che rischia di vedere avvicinarsi le squadre in lotta per la quarta posizione.

Vittoria di grande prestigio e punti pesantissimi per il Cagliari, che mette la freccia per la salvezza.

Le partite della sabato della 26esima giornata, spicca il derby di Roma

Gol e spettacolo tra Empoli e Parma

Un pareggio finale, ma sul risultato rocambolesco di 3 a 3.

Una partita ricca di occasioni ed emozioni, dove di certo nessuno si è annoiato. Il Parma va avanti 3 volte, ma in tutte le occasione viene ripresa dall’Empoli.

Un punto che sta a significare che nessuna delle due squadre vuole retrocedere.

Milan da terzo posto con il Sassuolo

Non era una partita semplice per il Milan. Il Sassuolo ha lottato e provato fino alla fine, costringendo i rossoneri ad un lavoro tosto.

foto Daniele Buffa/Image Sport

Alla fine il Diavolo passa di misura, ma quanto basta per trovarsi al terzo posto in classifica. Sorpassati i cugini rivali interisti, e questa per Gattuso e soci è già una grande vittoria. Il cammino è ancora lungo.

Il Sassuolo dopo l’addio di Boateng, sembra fare una fatica notevole, e le posizioni di vertice scappano via.

Derby romano a sponde biancocelesti

Forse non era il risultato più atteso del derby della 26esima giornata. Un tre a zero secco, che lascia Lazio e Roma su nuvole contrapposte.

I biancocelesti dopo momenti delicati, tornano alla ribalta con una vittoria che può cambiare la stagione e riapre i giochi per il quarto posto.

Per i giallorossi è una sconfitta pesante, che nega l’aggancio alla zona Champions e soprattutto, da un messaggio delicato in vista della partita con il Porto.

La domenica della 26esima giornata di A

 Il Torino non smette di vincere

Momento magico per il Torino di Mazzarri. La partita era si fattibile, contro il Chievo, ma non è stato così facile.

Alla fine il risultato è tondo, netto 3-0 maturato nel finale di partita. Altra vittoria senza subire gol, per un Toro che continua a marciare da grande squadra.

Poco da aggiungere per i veronesi, condannati, sempre più, verso la Serie B.

Le partite delle 15 della 26esima giornata di A

Partita delicatissima, che può valere un intera stagione. L’Udinese ne esce con tre punti pesantissimi sul Bologna.

I rossoblu giocano una buona partita, ma ad avere ragione alla fine è la squadra di Nicola, che allunga sulla zona rossa al momento. Momento duro per il Bologna, che perde una partita fondamentale.

Pareggio con poche emozioni tra Genoa e Frosinone. I ciociari giocano per un ora in dieci, ma ne escono lo stesso con un punto da non buttare via.

Il Genoa doveva fare di più, specie per come si erano messe le cose, e per le vittorie di chi gli sta intorno. C’è parecchia strada da fare.

Si è dovuto “riposare” qualche partita, ma il giustiziere Quagliarella è tornato. Fabio trascina la sua Sampdoria, una vittoria che riaccende la voglia d’Europa.

Sconfitta pesante per la Spal, che ringrazia i risultati dagli altri campi, ma c’è da sudare ancora molto.

Stavolta la rimonta non c’è: Atalanta super in casa

Questa volta non finisce come in Coppa Italia, nonostante la partita sia stata comunque molto bella. L’Atalanta ne esce con tre punti pesanti per la rincorsa europea e un chiaro segnale alla Viola per il ritorno.

Fiorentina che deve rammaricarsi, e ripartire subito. Perdere a Bergamo, di questi periodi, ci può stare.

La Juve ha le mani sullo scudetto

Una partita d’adrenalina pura, piena di episodi. Alla fine, tirando le somme, le decisioni prese sono tutte giuste, e questo consegna lo scudetto virtuale alla Juventus.

Si perché venendo al calcio giocato, il Napoli ha disputato un grande secondo tempo, ma il rigore sbagliato da Insigne, è la grinta dei campioni in carica, negano il pareggio ai partenopei.

La Juve si avvicina di gran passo allo scudetto, nonostante un ottimo Napoli.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *