Ferrari, il futuro è ora con la SF90 pronta per Vettel-Leclerc

L’ultima delle big, ma quella con più voglia di strappare un sorriso al Mondiale 2019. Il giorno dopo di San Valentino, è uscito un altro cuore rosso, questa volta però è il rosso Ferrari.

La nuova monoposto della scuderia di Maranello ha effettuato questa mattina il suo unveiling.

Si chiama SF90, nome che già girava da qualche giorno. SF come Scuderia Ferrari, 90 come gli anni di fondazione della scuderia. Una Ferrari accattivante e vogliosa, di riprendersi un mondiale che manca da troppo tempo.

Un colore rosso più intenso, opaco, con un vantaggio anche di aerodinamica. Gli alettoni modificati rispetto alla passata stagione, a seconda del regolamento.

Rispetto alla scorsa stagione si nota, in risalto, il nuovo sponsor “Mission Winnow”, apparso già al termine della scorsa stagione.

Nuova Ferrari, ma non chiamatela rivoluzione

Un inverno travagliato, quello passato dal cavallino, dopo aver assorbito la botta della stagione 2018.

Aria di cambiamenti girava da tempo, ma l’addio ad Arrivabene è stato un fulmine a ciel sereno.

La promozione di Binotto a Team Principal però, sa di aria nuova, di un ambiente diverso, che punta veramente in alto.

Non chiamatela rivoluzione o anno zero. La Ferrari è in crescita continua da diversi anni, ed è ritornata sui livelli quelli più sperati da chiunque. Ora manca solo la ciliegina sulla torta.

Quel mondiale piloti che manca dal 2007. Sono troppi gli anni passati, troppa benzina utilizzata per arrivare secondi.

L’aria nuova di Maranello si respira anche in lontananza. Questa nuova macchina, la SF90, è tutta da scoprire, ma porta con se tanta voglia di rivalsa.

In più ad affiancare Sebastian Vettel da questa stagione c’è un pilota giovane, forse ancora inesperto, ma con tanto talento da mettere in mostra.

È la prima vittoria dell’Accademy della Ferrari, è il ringraziamento a Jules Bianchi, Charles Leclerc è il compagno ideale per il tedesco 4 volte campione del mondo.

Niente contro Raikkonen, ma la freschezza e la voglia di vincere del monegasco, farà decisamente bene a Vettel, che ha bisogno di ritrovare se stesso. Quel pilota spietato della Red Bull che ha vinto tutto.

La nuova rossa sarà da testare, e Barcellona con i suoi test sono alle porte.

Come ogni anno però, a Maranello, si respira voglia infinita di tornare a vincere, di tornare a dominare. Anche quest’anno non sarà da meno, la Ferrari è pronta ad andare in guerra contro le rivali più accreditate, Mercedes e Red Bull.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *