Mick Schumacher in Ferrari, la storia si ripete

Non è un fatto campato in aria. E’ un qualcosa di facilmente prevedibile, che tutti noi sapevamo che sarebbe successo. Ma questo è solo il primo passo di tutto quello che può accadere in futuro. Mick Schumacher entra ufficialmente nell’orbita Ferrari, farà parte da ora della Ferrari Driver Academy.

Questo è il primo passo per entrare in Formula 1 per il giovane figlio del campionissimo, della leggenda, Michael Schumacher.

Che un giorno arriverà in Formula 1, lo sappiamo benissimo da tempo. Il suo nome parla per lui.

Dal canto suo però Mick, non sta vivendo sugli allori, anzi, si sta dando da fare per cercare di emulare il padre come meglio è possibile fare.

La vittoria del campionato di Formula 3 della scorsa stagione, è una grande vetrina. La scorsa stagione lo ha messo sotto le luci della ribalta, ed ora si dovrà confermare in F2, per non far rimpiangere nessuno.

La Ferrari Driver Academy è il primo passo, ma la strada è ancora lunga per Mick Schumacher

Una strada fatta ancora di tante incertezze e dubbi. All’età di 19 anni però, è anche normale. Mick Schumacher deve ancora dimostrare tutto.

Il contratto in Ferrari se lo è guadagnato, ma ora deve prendersi la Formula 1.

La scuderia di Maranello ha anticipato tutti, soprattutto la Mercedes, nel mettere sotto la propria protezione il figlio del 7 volte campione del mondo.

D’altronde però, non potevamo vedere una soluzione diversa. Sicuramente questo è il volere della famiglia Schumacher, e la speranza del futuro: quella di rivedere quel cognome accompagnare le vittorie rosse.

L’arrivo di Mick Schumacher fa enorme piacere anche al nuovo Team Principal, Mattia Binotto, che lo ha visto crescere e se lo ritrova, ora, sotto la sua guida.

Quello che ci aspettiamo ora, è che Mick Schumacher mantenga le aspettative, arrivando nel giro di un paio di stagioni in F1. Li ad accoglierlo ci sarà sicuramente una monoposto motorizzata Ferrari, magari non proprio la rossa, che lo aspetterà per farlo crescere.

Ma se i numeri sono fatti per essere seguiti, il futuro rosso parlerà ancora tedesco per anni. Michael Schumacher, Sebastian Vettel, che attende le sue prime glorie, ed infine, Mick Schumacher, il degno erede del sedile del numero 5 attuale di Maranello.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *