Ronaldo e Higuain, l’epilogo di Gedda

La Supercoppa delle polemiche, quella di Gedda, è alle spalle. La Juventus l’ha fatta sua. Nemmeno a dirlo, l’ha decisa proprio lui, Cristiano RonaldoHiguain, d’altro canto, rimane il grande assente della serata.

Il risultato finale, alla fine dei conti, era tendente già dai pronostici verso il bianconero. Ma se c’è un motivo che ha reso questa sfida molto più affascinante, è proprio il dualismo tra Ronaldo e Higuain.

Andata come è andata. Il portoghese ne è uscito da campione, e ancora una volta decisivo.

Nelle finali, nelle partite che contano, difficilmente Cristiano Ronaldo sbaglia. Pochi palloni toccati ed un gol: è quello che serve per battere il Milan.

Nei rossoneri invece è mancato il vero Higuain. Partito dalla panchina per uno stato febbrile, che ha tutto di scusa pro Chelsea, e poca roba in campo, per quello che ha potuto fare.

E’ questa la strana parabola che ci regala questa Supercoppa. Due destini simili, che avevano iniziato la stagione allo stesso modo, ora si ritrovano opposti, con un atleta che si gode il momento, e l’altro che lecca le ferite.

Di calciomercato in calciomercato, la parabola Ronaldo-Higuain

Arriva Ronaldo alla Juve e il sacrificato è proprio lui, Gonzalo Higuain.

Si poteva pensare ad una grande coppia alla Juve, ma il trasferimento del Pipita risanava il debito dell’ingaggio del portoghese.

E fu così Milan. Una squadra che lo ha accolto a braccia aperte, affidandogli la tanto amata numero 9. Maglia che però continua nella sua sfortuna. Primi mesi da dimenticare per il Pipita e storia d’amore con il diavolo già conclusa.

C’è poco da fare, questa coppa mette la parola fine ad un amore mai nato. Gonzalo in cuor suo, non è mai stato veramente contento di andare a Milano, diciamocelo. Scartato dalla squadra che aveva puntato tutto su di lui, preferendogli però, il giocatore più forte al mondo.

Un affronto che ha fatto male all’argentino. Il campo però parla più di tutti, e la sfida di campionato tra Milan e Juve, ha regalato il vero stato d’animo del Pipita.

Insomma, questo mercato di riparazione di Gennaio doveva arrivare il prima possibile.

Alle porte c’è il Chelsea di Maurizio Sarri, che lo aspetta da quest’estate, e dove forse, Gonzalo, doveva andare fin da subito.

Ci ha provato, è stato forte, ha combattuto, ma poi ha mollato. Ronaldo e Higuain è una storia che non rivedremo più nel nostro campionato.

Il Pipita è spalle al muro, scaricato dalla squadra che aveva scelto, tradendo Napoli, e deluso della sua nuova vita milanese.

Gli resta solo di cambiare, abbandonare per sempre l’Italia e ricominciare.

L’Inghilterra e la Premier lo aspetta. Un campionato nuovo che gli può dare nuova linfa, per chiudere una carriera degna di nota e dimostrare ancora chi è Gonzalo Higuain.

Please follow and like us:
error

2 pensieri riguardo “Ronaldo e Higuain, l’epilogo di Gedda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *