Paris e l’Italia che vince: due gioie in due giorni

Non era per niente semplice, ma le imprese sono quelle che ci piacciono di più. Dominik Paris regala un finale di 2018 meraviglioso all’Italia dello Sci Alpino.

L’atleta di Merano è straordinario a Bormio. Due vittorie in due giorni. Prima la grande soddisfazione di ieri, la vittoria in discesa, suo grande amore, nonché la specialità dove potrebbe diventare grande.

Una vittoria, quella di ieri sullo Stelvio, resa ancora più speciale, dal secondo posto di Innerhofer, il trentino che non muore mai.

A Christof però non è riuscita l’impresa di risalire sul podio anche oggi, in SuperG, dove invece è arrivato il secondo squillo di Paris, autore di un’altra grandissima gara, che lo mette di diritto tra i più grandi di sempre.

“Una sorpresa, un risultato che non mi aspettavo. Ma si può ancora migliorare”

La felicità di Dominik a fine gara è incredibile. Un risultato difficile da credere, per se stesso, quello ottenuto oggi, ma che da consapevolezza ad un ragazzo che gli manca solo un briciolo di continuità in più.

Un centesimo, quanto basta per alzare le braccia al cielo per Paris

Questione di millimetri alla fine. Dominik Paris festeggia la vittoria con un centesimo di vantaggio, sull’austriaco Mayer.

Ma a noi va benissimo così, ed anche al ragazzo di Merano. Basta questo, per far capire che l’Italia c’è, anzi, c’è sempre stata.

In attesa del rientro di Sofia Goggia, e delle affermazione definitive delle ragazze dello Sci Alpino, ci godiamo questi due giorni bellissimi di Bormio.

Paris e Innerhofer ci hanno regalato una gioia immensa, da ributtare subito oltre il prossimo ostacolo.

Come dice appunto Dominik, tutto questo non è niente. si può migliorare ancora, per essere sempre li davanti a combattere.

Forte dei suoi 29 anni, Paris può dire ancora la sua nel panorama mondiale. Quel trofeo di specialità, in discesa, che con la giusta continuità, sarebbe suo senza tanti problemi.

Quindi mai mollare, mai adagiarsi sugli allori. Lavorare e allenarsi sempre con costanza, perché le soddisfazioni più grandi sono quelle che devono ancora arrivare.

Please follow and like us:

Un pensiero riguardo “Paris e l’Italia che vince: due gioie in due giorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *