Argento da lottatore per Gregorio Paltrinieri

La rivincita, purtroppo, non è arrivata per il nostro fenomeno del nuoto, Gregorio Paltrinieri.

Nei mondiali di nuoto in vasca corta, in corso di svolgimento in Cina, nell’attesissima gara dei 1500m stile libero, l’ucraino Romanchuk, batte di nuovo il nostro Greg.

Medaglia d’argento per il carpigiano, una soddisfazione a metà.

Una gara bellissima, combattuta fino alla fine, da entrambi i fenomeni del mezzo fondo del nuoto mondiale.

Paltrinieri ci ha provato, ha attaccato sin dall’inizio, provando una gara d’attacco, per distruggere il potente atleta ucraino.

Una prova riuscita a metà però, con il classe 96 dell’Ucraina che non ha mai mollato, e nelle ultime centinaia di metri ha recuperato di bracciata in bracciata.

Il sorpasso, avvenuto nell’ultima vasca, è stato il risultato degli ultimi sforzi di Romanchuk, che ha resistito agli affondi del nostro Greg, meritandosi la medaglia d’oro.

Un argento da accettare, ci riproverai Greg!

Non sempre si riesce nei propri intenti. Negli ultimi mesi, Romanchuk si è dimostrato molto forte, a tratti quasi imbattibile, anche per il nostro campione olimpico.

E’ vero, il momento di forma di Paltrinieri non è probabilmente dei migliori, ma per l’atleta delle Fiamme Oro, deve andare bene così.

Un risultato da accettare. Da inchinarsi, al momento del nuotatore dell’est Europa, che si è dimostrato migliore nelle ultime uscite. Allo stesso tempo però, continuare a lavorare, per gli obiettivi futuri, per Tokyo 2020 che si avvicina sempre di più. Un appuntamento, a cui la nostra stella del nuoto, non può mancare.

Il mondiale di vasca corta sta portando diverse medaglie, fino a qui, anche se manca all’appello il metallo più pregiato.

Questo argento per Paltrinieri, è comunque un ottimo traguardo, per come è arrivato e per quello che ha dato fino a qui.

L’obiettivo è continuare ad allenarsi con determinazioni, senza mai porsi limiti. Il futuro del nuoto azzurro è tra le sue bracciate, e con Greg sogna l’Italia intera.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *