Analisi e Highlights della 13esima giornata di Serie A

Analisi e Highlights della 13esima giornata di Serie A

25 novembre 2018 0 Di PoetaJPunk

Riparte la Serie A. Si riprende da dove ci eravamo lasciati, con una 13esima giornata che regala subito spettacolo e sorprese.

Gli anticipi del sabato della 13esima di A

La Roma crolla ad Udine

Apre la 13esima giornata la sfida di Udine, tra i bianconeri, guidati dal nuovo allenatore Nicola, e la Roma di Di Francesco.

Prima partita che regala subito la sorpresa, la Roma gioca ma non sfrutta le occasione, l’Udinese ci prova, e segna.

Risultato finale 1-0, e tre punti pesanti per i friulani. Partita da dimenticare, approccio sbagliato, per una squadra che ora attende il Real Madrid all’Olimpico, nel martedì di Champions.

Tutto semplice per la Juve

La pausa per le nazionali è sempre un incognita in casa bianconera. Stavolta però, la Juventus, passeggia sulla Spal. Niente goleade, solo prove di forza e potenza, di una squadra che sembra aver tutto quello che gli serve.

Tre punti importanti e conseguente allungo sul Napoli.

Per la squadra di Mister Semplici, sconfitta giusta, in una partita che non conta per il campionato della squadra emiliana. Ora arrivano tre scontri diretti per la salvezza, dove sono chiamati a fare punti.

L’Inter riparte alla grande

La pausa porta energie e rimette l’Inter in corsa, almeno per il secondo posto al momento.

Senza capitan Icardi, è comunque tutto facile per gli uomini di Spalletti a San Siro.

Frosinone regolato 3-0 e testa alla Champions.

Per i ciociari stesso discorso fatto per la Spal, partita che ci può stare di perdere, ora verranno sfide più importanti da vincere, per provare ancora a credere nella salvezza.

Le partite della domenica di Serie A

Parma d’Europa

Guardi la classifica dopo la 13esima giornata e la mente torna indietro fino a fine anni 90. Il Parma è in zona Europa. Difficile che ci rimanga, ma sognare non costa niente.

Intanto nella partita della 13esima giornata delle 12.30, il Parma vince il derby emiliano con il Sassuolo e sale sesto in classifica.

Partita bella e illuminata dalle giocate di Gervinho. Niente da fare per gli uomini di De Zerbi, che deve ripartire da una pesante sconfitta, in un match molto sentito.

Due scialbi pareggi nelle partite delle 15

Il Napoli passa una brutta domenica in casa con il Chievo, fanalino di coda. Ci prova ma non sfonda contro gli uomini del neo mister Di Carlo.

Sorrentino para e gli uomini di Ancelotti sprecano, solo 0-0 che regala altri due punti alla Juventus.

Quarto pareggio, secondo consecutivo per i clivensi. Prima partita per il rientrate allenatore di Cassino, che cercherà il miracolo sportivo.

Altro 0-0 quello tra il Bologna e la Fiorentina. Partirà che poteva regalare tante emozioni e reti in più, ma niente di tutto ciò si è avverato.

Per i rossoblu un punto che muove comunque la classifica, anche se la zona retrocessione ora gli appartiene. Per i viola sono più due punti persi, con in vista la partita più importante dell’anno a Firenze, contro la Juventus.

Spettacolo tra Empoli-Atalanta

Forse la partita più bella della 13esima giornata, quella che ha visto protagoniste Empoli Atalanta. I nerazzurri seguono il buon momento e passano a condurre per 2-0. Pesante sul vantaggio iniziale dei bergamaschi, il rigore sbagliato da Caputo che poteva dare la parità.

Ma una partita resa bellissima dall’orgoglio dei toscani che, grazie ad un gran cuore, la ribaltano e portano a casa i tre punti. Grande, soprattutto preziosa, vittoria in chiave salvezza per l’Empoli.

All’Olimpico un risultato indolore

Non si fanno male, e forse va bene così ad entrambe. Milan e Lazio escono con un pareggio dalla sfida dell’Olimpico. Correa riprende all’ultimo respiro l’autogol di Wallace.

Rossoneri, con mezza squadra fuori, strappano un punto in una trasferta delicatissima. Per i biancocelesti, dopo lo spavento di una sconfitta che stava arrivando, il gol in pieno recupero sa di grande liberazione, con un quarto posto difeso a dovere.

Audero salva il derby blucerchiato nella 13esima giornata

Hanno segnato i protagonisti più attesi, Quagliarella da una parte, e Piatek dall’altra, ma il derby di Genova è finito in parità.

Passa in vantaggio la Sampdoria, ma per il resto della partita non brilla più. Meglio il Genoa, che si ha bisogno di un rigore del proprio bomber per pareggiare, ma poi crea e finalizza tanto, sbattendo sulla saracinesca alzata dal portiere blucerchiato Audero.

L’ex portiere della Juventus firma il derby, con parate fondamentali e rendendosi assoluto protagonista. Senza di lui, la squadra di Ferrero rischiava di chiudere con una pesante imbarcata.

Cagliari ancora imbattuto, ma altro 0-0 della giornata

Il Cagliari mantiene la sua imbattibilità casalinga anche nel posticipo della 13esima giornata contro il Torino. Altro pareggio senza reti della giornata, terzo su dieci gare, non un bell’aspetto per lo spettacolo.

Decide una buona squadra messa in campo da Maran, e una pessima vena realizzativa per i granata, che confermano ancora la propria imbattibilità fuori casa e una classifica da non gettare al vento.

Please follow and like us: