Chiara Pellacani, la speranza azzurra dei tuffi

In questi giorni, dove il ritorno di Tania Cagnotto pare certo, soffermiamoci sul talento più puro che abbiamo nel mondo dei tuffi, Chiara Pellacani.

A livello di nuoto e tuffi, nelle prossime Olimpiadi, possiamo essere sereni, perché se tutti, o comunque in parte, manterranno le promesse, avremo un parco di atleti niente male per il gioco delle medaglie di Tokyo 2020.

E in questo giro di medaglie le speranze nei tuffi sono affidate alla giovane Chiara Pellacani, reduce dalle Olimpiadi giovanili di Buenos Aries, dove non ha riportato medaglie, ma tanta esperienza per un futuro importante davanti a se.

L’Europeo d’oro a 15 anni per Chiara Pellacani

La più giovane tuffatrice italiana ad aggiudicarsi una medaglia nella rassegna continentale. A meno di 16 anni, li ha compiuti il 12 Settembre, vince ad Agosto la medaglia d’oro nella gara sincronizzata del trampolino 3 metri, insieme ad Elena Bertocchi.

Un record assoluto, meglio addirittura della mitica Tania, che ha vinto le sue prime medaglie a 17 anni.

Chiara Pellacani si appresta ad iniziare un percorso che la porterà diritta a Tokyo 2020. Le insidie da superare saranno tante, ma ora si pensa solo a lavorare, concentrata per un futuro che è tutto suo.

Quello che è successo agli ultimi Europei di nuoto, deve essere solo un punto di partenza per Chiara Pellacani.

Una medaglia d’oro che serve per il morale, e per le statistiche, perché molto di più importante sarà quello che arriverà.

L’età è dalla sua parte. Ci sta sbagliare qualche gara ora, come per esempio l’avventura olimpica giovanile, ma tutto questo serve per esperienza.

Abbiamo tanti giovani promettenti e l’allenamento e la convinzione di diventare grandi sta tutta dalla loro parte. Lasciamoli in tranquillità e godiamoci i progressi, che con gli anni porteranno grandi soddisfazioni.

Il ritorno di Tania Cagnotto, se così sarà, non dovrà assolutamente spostare l’attenzione. Il futuro dei tuffi italiani si chiama Chiara Pellacani, la giovane ragazza nata a Roma che vuole eguagliare e battere i record della bolzanina.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *