Mondiale costruttori ancora aperto in Formula 1

Con la gara in Messico, terzultimo appuntamento del mondiale di Formula 1, si è assegnato il titolo piloti, ma non il mondiale costruttori.

Se Lewis Hamilton ha mantenuto le premesse e vinto il mondiale piloti per la quinta volta in carriera, quello costruttori potrebbe essere a rischio per la Mercedes.

Due le gare che mancano al termine della stagione, quella del prossimo weekend in Brasile, e l’appuntamento finale ad Abu Dhabi.

Chi pensa che il mondiale di Formula 1 sia finito si sbaglia alla grande, la competizione è viva, e si lotta fino alla fine per il mondiale costruttori tra Mercedes e Ferrari.

La Ferrari alla caccia dell’impresa nel mondiale costruttori

Perso il mondiale piloti, tra errori e superiorità Mercedes, l’obiettivo per la Ferrari si sposta sul costruttori. Un impresa per niente semplice per gli uomini di Maranello, chiamati a recuperare ben 55 punti di distacco in classifica.

Ma allora perché si dichiara così aperto il mondiale costruttori?

La risposta è semplice, il momento di forma non buono della Mercedes. I famosi “mozzi forati” sono stati negati, e questo sembra pesare molto sull’effetto della monoposto della Mercedes. Un problema non da poco insomma, complicato anche dal gran momento della Red Bull, che potrebbe inserire come terza incomodo.

L’impresa è enorme, ma il mondiale rimane ancora aperto e bello da vedere.

La Ferrari sicuramente dovrà vincere, altrimenti rischia di far chiudere i conti in casa Mercedes già in Brasile.

Sarà fondamentale, per il cavallino rampante, avere un Raikkonen in grande forma, e un Vettel pronto a riprendersi dopo la brutta piega presa in stagione.

Tutto questo servirà, insieme ad un pizzico di fortuna, ma comunque vada, quello della stagione corrente, è stato il miglior mondiale costruttori negli ultimi anni per la Ferrari.

Un mondiale che comunque vada è stato magnifico, con grandi gare e tante emozioni, regalatoci dai piloti della Formula 1.

La speranza per i tifosi del Cavallino è rivedere quel titolo a Maranello, a dieci anni di distanza.

Godiamoci queste ultime due gare della stagione, dove vedremo ancora spettacolo ed emozioni, e una lotta senza fine tra Mercedes e Ferrari.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *