La scalata al trono di Djokovic

Che fosse stato l’anno del suo grande ritorno, lo avevamo capito già dall’inizio della stagione su erba del grande tennis. Novak Djokovic è ufficialmente tornato quello che conoscevamo, e da lunedì torna per la quarta volta in carriera, numero 1 del ranking mondiale.

Una scalata da leggenda per Djokovic

C’è poco da dire, questo 2018 è da incorniciare per il tennista serbo.

Iniziato male, con delle brutte prestazioni e sconfitte, come all’Australian Open, fino ad arrivare alla sconfitta a sorpresa contro Cecchinato, nel Roland Garros. In mezzo altre delusioni, Masters 1000 buttati via, e un gioco che non esplodeva.

Poi però è arrivata la stagione su erba, e da li è cambiato tutto. Novak Djokovic è tornato re. Prima Wimbledon, con un ascesa da vero re. Primo Grande Slam vinto dal lontano 2016, e quarta vittoria in terra inglese per Nole. Arriva poi anche il 14mo Grande Slam per Djokovic, ed è lo U.S. Open, battendo in finale un grande Del Potro.

Tutto questo fino ad arrivare ad oggi, dove si riprende il primato del ranking, dopo il forfait dato da Nadal al torneo di Parigi Bercy.

In mezzo vittorie su vittorie, da Luglio in poi praticamente Nole non si è più fermato. Una striscia incredibile che fa emozionare.

Pensare poi che è partito dalla posizione numero 21, dello scorso giugno, del ranking, è davvero straordinario. Mai nessuno, nell’era moderna di questi anni 2000, era riuscito a portarsi da così lontano in testa alla classifica.

E’ vero che gli infortuni di Nadal hanno influito molto, e che Federer non è più incisivo e continuo come una volta, ma quello che ha fatto Djokovic è comunque da sottolineare, sapendo da dove è partito.

Perché tutto questo è arrivato dopo un annata, quella del 2017, che lo ha segnato profondamente. La più negativa della sua carriera. Dopo quello splendido 2016, pareva tutto finito, tutto perso, il declino di un campione. Invece no, Djokovic ci ha messo un po’, ma è tornato più forte che mai, è tornato sul tetto del mondo, con un ascesa da vero campione.

Please follow and like us:

Un pensiero riguardo “La scalata al trono di Djokovic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *