Moto3, non ti arrendere Bezzecchi!

Weekend amaro con contorni tragici, sportivamente parlando, quello passato in Moto3 da Marco Bezzecchi.

Travolto da Rodrigo, è costretto al ritiro nel Gran Premio d’Australia di Moto3, a Phillip Island.

Bezzecchi era reduce da una brutta qualifica, con le condizioni della pista molto difficili nel sabato australiano, e un 15mo posto difficile da digerire, soprattutto quando il tuo rivale per il titolo, Martin, è in pole position.

Una gara quindi in salita, per il centauro riminese, ma non è in Marco buttarsi giù.

Al pronti via Bezzecchi non delude, e in pochi giri è li davanti, a contendersi la vittoria. Poi il patatrac, il pilota argentino Rodrigo, lo stende, e le speranze mondiali sembravano finire li.

La fortuna, o comunque la difficoltà di Martin, vuole che il discorso iridato della Moto3, non si è concluso qui. Non è semplice, ma è meno peggio di come poteva andare. Martin chiude quinto, e porta a 12 il vantaggio su Bezzecchi. Rientra in gioco anche un altro italiano per il titolo, Di Giannantonio, staccato però di 20 punti.

Insomma, a due gare dal termine, Bezzecchi si trova ad inseguire, ma la distanza non è incolmabile e la speranza non muore.

Dalla delusione per la caduta, alla speranza ancora aperta per Bezzecchi in Moto3

Una stagione fantastica per Bezzecchi, rovinata, forse, da troppe cadute e troppi momenti no. Ma tutto questo ci sta, sono le incertezze di un giovane pilota, che non ha compiuto ancora 20 anni, che è alla caccia del titolo iridato in Moto3.

Comunque vada, abbiamo assistito fino ad ora, ad un mondiale bellissimo in Moto3, dove a due gare dal termine, nulla è dato per scontato.

Dopo la vittoria in Giappone, per Bezzecchi si sono riaperte le speranze del titolo, ma questa caduta regala ossigeno e grande energia al rivale Martin.

Però in tutto questo Marco deve stare tranquillo, il mondiale non è finito. Restano due gare da disputare, a cominciare dalla prossima in Malesia. Gara che ci sarà subito tra sette giorni. Un buon fare, che serva a far passare subito la delusione dell’Australia per il nostro Bezzecchi, che si deve ributtare subito in pista, credendo ancora nel suo sogno.

Due gare al termine, 50 punti da prendere. Il mondiale di Moto3 non è finito. Abbiamo due italiani a giocarsela con Martin, Bezzecchi e Di Giannantonio.

La speranza è l’ultima a morire, e questa caduta serve solo a capire che ci si può rialzare e partire, più forte che mai.

Che vinca il migliore, e che lo spettacolo continui.

 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *