Cosa ci lascia la terza giornata di Champions League

Si comincia a fare sul serio, la Champions League entra nel vivo.

Si è conclusa ieri sera la terza partita della fase a gironi, che comincia a stabilire le gerarchie di gruppo in gruppo.

Gruppo A Champions League, Dortmund stellare

Si sono sfidate le prime della classe, ieri sera, e il Dortmund ha dato una lezione di calcio all’Atletico Madrid di Simeone.

4-0 il risultato finale, che proietta i tedeschi al primo posto, con vista al ritorno molto più agevole.

Ancora deludente il Monaco, brutto pareggio in Belgio contro il Brugge e inizio di carriera in salita sulla panchina per Henry.

Gruppo B Champions League, Barcellona e Inter verso la qualificazione

Champions League che ha regalato il ritorno di un big match del passato, Barcellona-Inter. I blaugrana, seppur senza Messi, fanno loro la partita, vincendo 2-0 e prendendosi il primato del girone. Un Inter che comunque rimane la favorita per il passaggio del turno come seconda.

Tutto questo perché il Tottenham non ingrana in Champions League. Vittoria buttata via contro il PSV e girone che si fa sempre più duro.

Gruppo C Champions League, Napoli corsaro, Liverpool primo

Il Napoli continua il suo buon momento di forma, e grazie all’esperienza di Ancelotti, fa la partita a Parigi contro il PSG. Pareggio finale molto beffardo, che regala comunque un buon punto al Napoli, che al momento si trova seconda nel girone.

Primo nel girone c’è il Liverpool, che demolisce lo Stella Rossa, e si rilancia dopo la sconfitta del San Paolo. Reds ora nettamente favoriti per il girone, visto il brutto cammino fino ad ora del PSG.

Gruppo D Champions League, Porto primo

Nel girone più chiacchierato della Champions League per via dell’assenza di una vera big, il Porto prende il largo e tenta la prima fuga nel girone.

Pareggio tra Galatasaray e Schalke che si lotteranno il secondo posto di un gruppo veramente molto strano.

Gruppo E Champions League, Bayern e Ajax appaiati

Il Bayern torna ad ingranare e vince in Grecia. I tedeschi non sembrano nel miglior momento possibile, ma la musica della Champions League li risveglia, aspettando partite migliori.

Ajax sempre più solida e cattiva. I giovani terribili degli olandesi battono il Benfica e sognano la qualificazione agli ottavi.

Gruppo F Champions League, City in ripresa

Manchester City torna spettacolare e batte lo Shaktar. Per gli uomini di Guardiola è una Champions League di vitale importanza, con un girone facile, ma complicato da brutte prestazioni. Il primo posto per il momento c’è, ma occhio al Lione.

La squadra francese ottiene un pareggio da spettacolo in casa dell’Hoffenheim, che blocca il cammino dei francesi, ma li lanciano verso gli ottavi della Champions League.

Gruppo G Champions League, Roma e Real padrone

Il Real Madrid sarà ancora fuori portata, ma questa Roma, quando gioca come sa, può essere un bel bastone tra le ruote delle grandi squadre. Battuto senza fatica il CSKA, ora si contenderà il primato del gruppo G proprio contro i madrileni.

La squadra di Lopetegui non gioca ancora come il Real che conosciamo. Vince ma non convince. La risolvono i grandi campioni contro il Viktoria Plzen, ma ancora niente di che da annotare. Dovrà stare molto attenta a non passare per seconda, perché potrebbero essere guai grossi agli ottavi.

Gruppo H Champions League, Juventus devastante

Non ha ancora il ritmo infernale per tutta la partita, ma questa Juventus è solida, è forte, e il primo tempo di Manchester, contro lo United, è stata la prova di tutto ciò. Primi a punteggio pieno, nessuna rete subita, una squadra che vuole sfatare il tabù, e questo inizio di Champions fa pensare solo bene.

D’altro canto male il Manchester, ma il passaggio del turno non è a rischio, visto uno scarso Valencia, incapace di impensierire i grandi.

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “Cosa ci lascia la terza giornata di Champions League

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *