Curry favoloso, 51 punti in 3 quarti di gioco

Nella serata che ha visto la prima vittoria del Re, LeBron James, con i suoi Lakers, chi si prende la scena è sempre lui, Steph Curry.

Il playmaker dei Golden State Warriors fa il fenomeno e demolisce, praticamente da solo, i Washington Wizards.

Gioca solo 3 quarti, ma li gioca in maniera superba. 51 punti, 23 nel primo quarto, 8 nel secondo e 20 dopo l’intervallo lungo. Poi l’ultimo quarto passato in panchina, a riposo, secondo la gestione di Coach Kerr.

51 punti quindi, a soli -3 dal suo record che risale al febbraio del 2013.

Uno Steph Curry, fenomenale, che si prende ancora la scena, trascinando i suoi Warriors, autori di una buona partenza in questa stagione.

Curry come Jordan nelle sue 11 triple

Una partita incredibile, da fenomeno quale è, Stephen Curry si sta dimostrando negli ultimi anni il vero talento di questa NBA.

Nella scorsa notte ha sfiorato il suo record di punti, in soli 3 quarti, qualcosa di davvero clamoroso.

Sembra fatto tutto di proposito, perché non aveva bisogno di farlo ora questo record, ci sarà tempo. Verranno match più importanti, dove Curry dovrà trascinare i suoi Warriors.

Intanto ieri si è permesso un piccolo lusso. Steph ieri si è permesso di imitare sua leggenda Michael Jordan, dopo una delle sue 11 triple.

Un po’ troppo il paragone, senza ombra di dubbio, ma sul talento di Curry oramai ci si può solo inchinare.

Fenomeno Stephen, e siamo solo ad inizio stagione.

Please follow and like us:

Un pensiero riguardo “Curry favoloso, 51 punti in 3 quarti di gioco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *