Del Potro e la sfortuna, frattura della rotula

Ci sono quegli atleti che lasciano il segno per le vittorie, e i numeri che riescono a raccogliere in un intera carriera. Poi ci sono altri atleti che vincono meno, ma sono considerati veri e propri fenomeni, e soprattutto, amati dalla gente ancor più di un super vincente. Uno di questi atleti è Juan Martin Del Potro.

Il tennista argentino, soprannominato “il gigante buono” dai tifosi, non sarà uno dei più vincenti di sempre, ma sicuramente uno dei più amati.

Del Potro però ha un conto aperto con la sfortuna che lo perseguita da anni. Nel momento più importante della sua carriera, dove ha raggiunto posizioni di vertice anche nel ranking, arriva la batosta: frattura della rotula del ginocchi destro.

Infortunio grave, specie per un tennista. Infortunio che terrà a lungo fuori il fuoriclasse argentino. Nel momento migliore della carriera, dove continuava la caccia ad un Grande Slam, che manca dal 2009, Del Potro è costretto a fermarsi, di nuovo, e questa volta, a 30 anni, non sarà facile tornare come prima.

Del Potro, un ragazzo massacrato dalla sfortuna

Un colpo duro per Del Potro. Lui stesso ha dichiarato che sarà difficile rialzarsi di nuovo. Tra il 2014 e il 2015 ha dovuto subire un intervento per un grave infortunio al polso, che lo ha tenuto lontano per tanto tempo dai campi da tennis.

Si è rialzato Juan Martin, con la forza di un leone è tornato come prima, come quel giovane atleta, che meno di 10 anni fa prometteva di diventare un numero uno al mondo. Si è rialzato ed è tornato grande. L’argento splendido a Rio 2016, è il segno di che gladiatore è l’argentino.

Questo infortunio però pesa parecchio. Dover subire nuovamente il trauma di una riabilitazione, seppur diversa, non sarà facile, neanche per un ragazzone come lui. Dover rialzarsi, di nuovo, da terra, dopo esser tornato a grandissimi livelli, sarà tanto dura.

Del Potro non mollare!

Ma appunto perché sei a quei livelli, caro Del Potro devi lottare. L’amore per uno sport, l’amore per la tua racchetta, quella non te la porta via nessuno. Nemmeno un bruttissimo infortunio.

Ti sei rialzato già una volta, ed è stata dura, anzi durissima, ma appunto perché hai dimostrato di poterlo fare, lo dovrai rifare di nuovo. Il mondo del tennis ha bisogno di gente come te, il mondo del tennis ha bisogno di Juan Martin Del Potro.

Alle prossime Olimpiadi di Tokyo, siamo sicuri che ai nastri di partenza, pronto a giocarsi una medaglia, ci sarà proprio lui, proprio Del Potro, per sognare quell’oro tanto desiderato.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *