Chi vincerà il pallone d’oro 2018?

Nel corso della giornata di ieri France Football e Sky Sport hanno annunciato, in ordine alfabetico, i 30 candidati al Pallone d’oro 2018.

Poche sorprese nella lista dei candidati di quest’anno.

Il mondiale in Russia gioca per la maggior parte dei nomi. Ecco perché, di italiani, non ne abbiamo nessuno.

Complice la mancata qualificazione al mondiale, più una Champions senza vere affermazioni, tralasciando la corsa della Roma, dove infatti è stato premiato Edin Dzeko, di italiani nemmeno l’ombra.

E allora sotto con il toto-nome del vincitore, che mai come questa edizione è incerto.

Dai soliti grandi nomi, Cristiano Ronaldo, Leo Messi e Neymar, fino a Modric e Mbappe, altri grandi favoriti.

I favoriti per il Pallone d’Oro 2018

Chi lo vincerà questo pallone d’oro quindi?

Beh, non lo sapremo per certo fino alle voci dell’ufficialità, che gireranno poco prima dell’annuncio. Però in tutto questo una stima si può fare.

I nostri principali favoriti sono 3, Ronaldo, Modric e Mbappè, ma andiamo a vedere nel dettaglio il perché, senza, naturalmente, nulla togliere agli altri.

Mbappè guida la corsa al pallone d’oro per la Francia campione del mondo

È il fuoriclasse del futuro. Il più giovane alla corsa per il pallone d’oro. Classe 1998, Kylian Mbappè ha dimostrato sul campo tutta la sua qualità.

Guida i candidati della Francia campione del mondo, perché il fuoriclasse, quello che cambiava le partite brutte dei galletti, era lui. Poi è vero, è stato un Mondiale non sempre vissuto da protagonista, ma sempre al centro dell’attenzione. Parli di Francia, parli di lui. Mbappè si è preso totalmente i blues.

Meriterebbero lo stesso trattamento anche gli altri campioni del mondo, come il centrocampo francese con Pogba e Kantè.

Un premio che poteva finire comodamente sulla bacheca di Griezmann, ma l’anonimo mondiale non gli darà questa gloria nemmeno quest’anno.

Ecco perché il ragazzino terribile del PSG rischia di far saltare il banco a tutti.

Difficile ma non impossibile quindi, anche se il neo premio introdotto per gli Under 21 potrebbe giocargli a sfavore. Se vince il Pallone d’Oro dei giovani, come sarà con ogni probabilità, difficilmente si prenderà anche il Pallone d’Oro.

Modric, da sconfitto a grande favorito

La finale del mondiale l’ha persa, è vero, ma dalla sua, ha l’ennesima Champions in bacheca e un annata magica.

È stato assolutamente il migliore del mondiale, e il premio è stato il giusto riconoscimento. Come lui, premiato con l’inserimento nei 30 del Pallone d’Oro anche Mandzukic, autore di un gran mondiale con la Croazia.

Ma Modric, con Champions e Coppa del Mondo, rischia seriamente di far saltare le vittorie consecutive di Ronaldo e Messi. Sicuramente il croato se lo meriterebbe come non mai in questa edizione.

Come lui, si può fare lo stesso discorso per i merengues che hanno vinto la Champions 2018, i vari Bale, Benzema, lo stesso CR7, e poi ancora Isco, Marcelo, Ramos e Varane (che ha dalla sua il titolo mondiale). Tutti nomi importanti, tra i migliori al mondo, che hanno meritato la nomination nei 30. Ma diciamo che in loro rappresentanza, ci sono soprattutto due esponenti, che hanno trascinato il Real alla Champions, Luka Modric appunto, che veste i panni del favorito, e il solito Cristiano Ronaldo.

L’uomo da battere è ancora lui, Cristiano Ronaldo

Ci sono favoriti e presunti vincitori, ma poi c’è lui, l’uomo da battere anche se ha qualcosa in meno degli altri. Cristiano Ronaldo anche quest’anno sarà almeno tra i primi 3 di questo pallone d’oro. Difficile, più delle scorse edizioni provare a strappare il premio, ma non del tutto scontato.

Autore di una stagione incredibile quella scorsa, con un girone di ritorno e una Champions da assoluto fuoriclasse. Goal a raffica degni di una leggenda e quella rovesciata che gli ha anche permesso di trovare il suo nuovo amore, la Juve, Poi il Mondiale, che non era cosa per il suo Portogallo, ma la partita d’esordio, con i suoi 3 gol, ha lasciato subito il segno.

Mai dare per scontato la sconfitta al Pallone d’oro per Ronaldo, anche se questo 2018 pare non essere suo.

E Messi e Neymar?

Tralasciamo due grandi nomi, che sono stati sempre presenti tra i primi posti nelle ultime edizioni. Naturalmente Leo Messi Neymar.

Per l’argentino parla un mondiale da dimenticare, che si aggiunge ad una stagione di alti e bassi con il suo Barcellona. Vincere il titolo in Spagna sicuramente non basta. Dopo molti anni vedremo Messi fuori dal podio del pallone d’oro.

Per quanto riguarda O Ney, c’è poco da dire. Non ha ancora fatto lo step finale per vincere questo premio. Il suo Brasile ha ancora deluso, e in più la scommessa PSG, la scorsa stagione, non è stato vincente. Tranquilli però, i prossimi anni saranno tutti suoi.

 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *