Analisi e Approfondimenti ottava giornata di Serie A

Conclusa l’ottava giornata della Serie A. Ora riposo e spazio alla nazionale italiana. Ma prima vediamo come è andata e cosa ci ha lasciato questa giornata.

Gli anticipi dell’ottava giornata di A

Vincono Torino e Cagliari

Seconda vittoria consecutiva per il Torino, e terzo risultato utile di fila. Partita sulla carta facile per i granata, avanti di due gol sul Frosinone, poi rimontati dalla squadra laziale. In quel momento Mazzarri ha visto i soliti fantasmi, cacciati via però, da un bellissimo gol di Berenguer.

Il Toro porta a casa il risultato e si piazza in una comoda posizione di metà classifica prima della sosta. Posizione invece sempre più scomoda per il Frosinone di Longo. Nonostante la squadra si sia finalmente sbloccata a livello realizzativo, la vittoria non arriva, ed ora anche l’allenatore rischia. Continuando così, è sempre più chiara la posizione finale dei laziali. C’è bisogno di un cambio di rotta.

Nell’anticipo delle 15 del sabato, nelle mura amiche della Sardegna Arena, il Cagliari difficilmente sbaglia queste partite, importanti per la salvezza. Due a zero secco al Bologna, con tante occasioni da gol e una buona prestazione dei sardi, che ottengono 3 punti pesantissimi.

Chi dovrà lavorare molto, approfittando anche della sosta, è Pippo Inzaghi con il suo Bologna. Non era una partita impossibile, e soprattutto era importante portare a casa qualche punto prima della sosta. Niente da fare per gli emiliani, che continuano con i loro alti e bassi, che così continuando, non porteranno buone notizie per i tifosi rossoblu.

La Juve fa 8 su 8

Il cammino della capolista non si ferma. A Udine, Ronaldo e compagni, ottengono l’ennesima vittoria, la ottava di fila in campionato, la decima complessiva in stagione. Prova di forza e gran partita per i bianconeri, che ci mettono mezz’ora a sbloccare e poi subito a chiudere il match. Partita che non c’è stata, perché la Juventus è sembrata sempre in grande controllo, con i suoi uomini che appaiono molto concentrati in ogni occasione.

Come detto, c’è stato poco da fare per l’Udinese, incapace di contenere i bianconeri di Torino, provando solo nella ripresa una piccola reazione. Troppo poco, per una squadra comunque che può fare ben altro. In questo caso però, la potenza dell’avversario era troppo superiore.

Da sottolineare la stupenda prova di Scuffet. Ritornato a grandi livelli, con parate importanti. Se non era per lui, il passivo sarebbe stato molto più ampio.

La Roma espugna il Castellani

Partita importante e punti pesanti per la Roma di Di Francesco. Vince, pur soffrendo, per 2-0 su un ottimo Empoli. Ci pensa la forza fisica della Roma, quella del campione del mondo Nzonzi e soprattutto del proprio bomber Edin Dzeko, che dopo la Champions, torna al gol anche in campionato. Vittoria importante che da continuità e rilancia i giallorossi in classifica.

Amara invece l’altra sponda del match. La squadra di Andreazzoli gioca bene, crea occasioni e mette in difficoltà la Roma. Quello che è mancato è il gol. Il rigore sparato in curva dal capitano Caputo pesa. Le occasioni mangiate sono state troppe, e alla fine è arrivata la punizione del 2-0. Una squadra che gioca bene, che può perdere queste partite, ma certi momenti sono da sfruttare meglio, perché ogni punto è importante.

Milan, Napoli e Inter, vittorie domenicali nell’ottava giornata per le big

Milan facile con il Chievo

Non sbaglia e continua a vincere il Milan. Meglio non poteva chiedere Gattuso come preparativo al derby della prossima giornata. Un Milan che gioca bene e convince, con due giocatori che prendono la scena su tutti. Suso illumina il gioco e serve assist, Higuain fa quello che deve, segna. Doppietta per il Pipita, autentico trascinatore del diavolo, con vista sul derby.

D’altra parte c’era il Chievo, di certo non un avversario all’altezza. Lo stesso discorso fatto per il Frosinone, va fatto per i veronesi. Qui però il cambio in panchina pare prossimo, via D’anna e in arrivo un probabile Iachini, per provare a raggiungere una salvezza, che visti gli inizi, pare molto complicata.

Dopo la Juve, solo vittorie per il Napoli

Il Napoli non si ferma. Dopo la grande prestazione con il Liverpool in Champions, il Napoli vince anche con il turnover contro il Sassuolo. Bella partita, con un Napoli dominante e pieno di fiducia dopo la vittoria sui reds. Segna il primo gol in Serie A Ounas, poi entra Insigne e chiude i conti proprio lui, l’eroe di quest’inizio di stagione. Napoli che mantiene la distanza dalla Juve, e si tiene in scia.

Poteva fare di più, ma contro queste big non è facile. C’è comunque da complimentarsi con il Sassuolo di De Zerbi, autore di un ottimo inizio di stagione. Perdere contro le grandi ci sta, magari meglio giocarsela di più in casa, nel ritorno.

Inter battuta anche la Spal

Fatica a carburare, ma il risultato, nelle ultime partite arriva sempre. L’Inter batte anche la Spal, in una partita non facile, ma che porta a casa da grande squadra. Ancora una volta trascinata da un grande Icardi, capitano e bomber di quest squadra. C’è da migliorare ancora su molti aspetti, perché in fase di controllo i nerazzurri soffrono troppo. Cose da mettere a posto in vista del derby e Barcellona, il primo vero scoglio della stagione.

Da sottolineare la bella prova offerta dalla Spal, squadra capace di mettere in difficoltà i nerazzurri, e a riprendere pure il risultato, con il pareggio momentaneo di Paloschi. Stesso discorso fatto con l’Empoli, c’è da migliorare sull’aspetto della finalizzazione. Il rigore sbagliato nel primo tempo pesa. Per il resto una buona squadra, che può seriamente puntare alla seconda salvezza consecutiva.

Le altre partite dell’ottava giornata di Serie A

La Lazio vince contro la Fiorentina nello scontro diretto tra squadre che puntano a piazzamenti importanti. Decide il solito Immobile, che regala tre punti pesanti ai biancocelesti. Vittoria che serviva, per andare a riposo con un mezzo sorriso, dopo la settimana terribile avuta. Troppi alti e bassi per la squadra di Simone Inzaghi, che dovrà ancora lavorare tanto sulla sua squadra.

Dai viola invece ci aspettavamo qualcosa di più, rimane comunque sia una squadra che può far male a tanti. Nonostante a gran tratti c’è stato il dominio della Fiorentina, la squadra di Pioli non è riuscita a riprendere il risultato, trovando una brusca battuta d’arresto.

Ottava giornata che regala 3 punti pesanti a Bergamo per la Sampdoria. Espugnato il campo dell’Atalanta, sempre più in crisi. La Samp ottiene la seconda vittoria consecutiva e si piazza, prima del riposo, al quinto posto in classifica. Forse la continuità mancherà sempre ai blucerchiati, ma prendere punti in partite così delicate, è un fattore importante.

Deludente, spenta e con poche idee mentali l’Atalanta di Gasperini anche in questa ottava giornata. Da un posto per l’Europa League, alla lotta per non retrocedere. Gli obiettivi cambiano in maniera incredibile, ed ora per i bergamaschi inizia un nuovo campionato. Forse è finito un ciclo, con tanti giocatori partiti, e con chi rimasto non in grado di trascinare i compagni. Sarà un annata molto lunga e delicata per l’Atalanta.

Vittoria in trasferta pesantissima per il Parma. Vince a Genova e continua il suo splendido inizio di campionato. Si punta sempre alla salvezza, ma arrivarci con un bel anticipo sarebbe un grande risultato. Sotto 1-0 contro il Genoa, rimonta e vince, con un ottima prestazione. Occhio agli emiliani.

Sconfitta casalinga pesane per il Genoa. Non basta il nono sigillo in campionato per Piatek, vera rivelazione di questa Serie A. La squadra di Ballardini illude tutti, e poi crolla contro una neopromossa. Ora l’allenatore rischia, e si sa che al Genoa certe prestazioni non sono ben viste.

 

 

 

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “Analisi e Approfondimenti ottava giornata di Serie A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *