Leclerc, a Suzuka in rosso, nel ricordo di Bianchi

Era il predestinato numero uno, quello che doveva far saltare il banco in casa Ferrari, e così è stato. Charles Leclerc dalla prossima stagione vestirà di rosso. Il monegasco si siederà sul sedile della monoposto di Maranello, sostituendo Raikkonen, che farà il viaggio inverso. Una voce insomma, quella di Leclerc in Ferrari che è diventata realtà nel giro di qualche mese.

Nulla da dare per scontato, il talento Leclerc ce l’ha e come, ma la sua gioventù può giocare ancora un brutto scherzo. In Ferrari però non hanno paura. Puntare su un così giovane pilota fa capire che l’accademy di Maranello funziona, e che i sogni si possono realizzare, per tanti altri piloti.

E’ vero, Leclerc è un caso a parte. La sua qualità e guida sono fuori dal comune, e anche questo è stata una spinta importante per entrare in rosso.

I giovani cominciano a cambiare la Formula 1, sempre più nomi nuovi vengono accostati ai principali Team. Verstappen, Gasly ed altri ancora, sono già certezza. Il ritorno di un italiano, ovvero Giovinazzi, in Formula 1, è un altro buon aspetto della scuola Ferrari che funziona.

Leclerc onora Bianchi a Suzuka

Che Leclerc sarà un nuovo pilota della Ferrari, lo sappiamo già da qualche settimana.

Nell’ultima gara, in Russia, il monegasco ha dimostrato ancora tutto il suo talento, piazzandosi subito dietro ai big.

L’arrivo qui in Giappone, a Suzuka, è ancora più magico e speciale. Per Charles Leclerc in questa pista sarà una prima volta assoluta. Il suo pensiero, ma anche il nostro, va a finire subito a quel maledetto incidente che ci ha portato via Jules Bianchi. 

Per Charles correre qui sarà veramente speciale. Il ricordo di Jules è ancora impresso in tutti i cuori rossi, e anche della Formula 1 in generale. Il futuro del giovane pilota francese, era ancora tutto da scrivere, e chissà dove poteva arrivare.

Tanti lo davano già in Ferrari, nel corso della sua carriera. Il talento c’era, non si negava, e la Ferrari aveva un occhio bello puntato su di lui.

Ecco, proprio per questo è un gran premio speciale. Nella pista dove si è svolta l’ultima corsa di Jules, Leclerc correrà per la prima volta sapendo di essere già in Ferrari.

Un passaggio di testimone tra i due. Una benedizione dall’alto che Bianchi vorrà dare a Charles.

Se Jules era ancora tra noi, probabilmente era su una monoposto che conta, chissà, forse proprio Ferrari.

Il sogno che Jules aveva fin da bambino. Quello stesso sogno che ora si porta dietro Leclerc, che realizzerà Leclerc.

Benvenuto a Suzuka Charles. Guida come sai guidare, pensa a Jules, e ricordati che la Ferrari ti aspetta.

 

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “Leclerc, a Suzuka in rosso, nel ricordo di Bianchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *