4 su 4 per le italiane in Champions e secondo posto nel ranking

Era il 2005, ben 13 anni fa, l’ultima volte che le italiane in Champions fecero bottino pieno. In quell’anno toccò al solito trio di quei tempi, Juventus, Inter e Milan, oltre alla piccola grande Udinese di quegli anni.

4 vittorie su 4 partite, altri tempi proprio, quando le italiane in Champions regnavano, ed erano le squadre da battere.

Sono passati 13 anni, e la luce comincia ad intravedersi alla fine del tunnel. E’ vero, è stata la Juventus in questi anni a tenere a galla l’Italia nel ranking UEFA. Nonostante le due finali perse, è merito dei bianconeri se l’Italia ha potuto riproporre le 4 squadre in Coppa Campioni.

Ed ora che queste 4 squadre ci sono, grazie anche ai nuovi regolamenti, le italiane in Champions possono tornare a sorridere. E a sorridere c’è anche il nostro ranking, dove l’Italia è seconda, dietro alla sola Spagna, e scavalcando finalmente l’Inghilterra.

Il martedì delle italiane in Champions, premia Juve e Roma

Ne abbiamo già parlato di come Dybala e Dzeko hanno trascinato Juventus e Roma nella serata di martedì in Champions. Quello che c’è da aggiungere, è come queste due partite siano state il preludio per qualcosa di ancora più importante.

Erano due sfide molto fattibili. La Juventus, data da tutti come una delle principali favorite per la vittoria finale, batte facilmente in casa gli svizzeri dello Young Boys. Partita che non c’è mai stata, in vantaggio sin dall’inizio, è sembrato come un allenamento per gli uomini di Allegri. Senza mai spingere fino in fondo, hanno portato a casa il risultato pieno.

Era facile anche per la Roma, contro i cechi del Viktoria Plzen. Non era da sottovalutare per via del momento dei giallorossi, che però hanno utilizzato questa sfida, e il derby in campionato, come trampolino per rilanciarsi. I 5 gol sono stati l’apoteosi della serata, regalando spettacolo al pubblico e ridando tanta consapevolezza agli uomini di Di Francesco.

Mercoledì da campioni per Inter e Napoli

Se le partite delle italiane in Champions di martedì erano facili da portare a casa, non era assolutamente così per la seconda giornata di Inter Napoli.

In un San Paolo gremito, il Napoli ha dato la miglior prova di se stessa. Dopo la sconfitta in campionato contro la Juve, e soprattutto il pareggio alla prima giornata di Champions, c’era bisogno di un impresa. E l’impresa è arrivata. Decide il solito Insigne, che al novantesimo regala i 3 punti alla squadra di Ancelotti, contro il più forte Liverpool.

Non è stata una grande partita per i reds, che sicuramente in casa faranno più paura. E’ stata però una vittoria fondamentale per il Napoli, che lo lancia primo in classifica nel girone, con la speranza ancora viva di passare il turno.

E’ stata ancora una volta complicata invece per l’Inter. In trasferta contro il PSV, ha dovuto faticare e fare la seconda rimonta consecutiva in Champions, dopo quella con il Tottenham. Si sapeva che ad Eindhoven non sarebbe stata una passeggiata, ma di soffrire così tanto forse non se l’aspettavano, visto il momento. Trascinata ancora una volta da Icardi, mantiene il punteggio pieno nel proprio girone, ed ora se ne andrà a giocarsela con il Barcellona, netta favorita del girone e della Champions.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *