Zanardi, il mito infinito infrange un altro record

Alex Zanardi regala l’ennesima emozione, l’ennesima meraviglia di una carriera, o meglio, di una vita bellissima.

Nella prova di Iroman svoltasi a Cervia nella giornata di ieri, Zanardi demolisce il record del mondo, che apparteneva a lui stesso, di oltre mezz’ora. Oltre il record, il 5° posto assoluto nella gara, qualcosa di davvero impressionante.

E pensare che di problemi ne ha avuti durante la gara. E’ andato contro una tenda per i rifornimenti, e la sua handbike, ad un certo punto, ha fatto i capricci. Ciò nonostante, tutto questo non è bastato per fermare un uomo con un carattere da far invidia a tutti.

Una persona da seguire e ammirare, la meravigliosa vita di Zanardi

Nono finisce più di impressionare. Qualsiasi cosa fa Zanardi è da ammirare. Dopo l’incidente la sua vita è cambiata, ma in meglio.

Record su record battuti, cose che le persone normali non possono nemmeno sognare. Ma lui una persona normale, non lo è. Non in senso cattivo, per carità, semplicemente ha delle doti sovra-umani che lo rendono unico.

Campione mondiale, campione para-olimpico con la sua handbike, la sua migliore amica da tanti anni.

L’età avanza, ma la voglia di migliorarsi non finisce mai. Quasi 52 anni e l’ennesimo record battuto, meraviglioso.

Un atleta, ma per prima cosa una persona, da prendere d’esempio. Uno sportivo con un lato umano che in pochi hanno.

Tutti i giovani atleti, normale o disabili che sia, devono prendere esempio da Zanardi. La sua voglia, la sua grinta ti inonda e ti da lo spirito giusto per affrontare ogni momento della vita.

Per lui la vita è un dono. Questo dono le tiene stretto a se e lo rende immortale in qualsiasi cosa che fa.

Una storia bellissima da vivere e da raccontare, quella di Zanardi, che non finisce sicuramente qui.

Imparate da Alex, perché qualsiasi cosa che fa rimane impressa per sempre. Lui la vita la vive ogni singolo giorno, e se la gode come nessun altro fa.

Una lezione da imparare ai nostri figli, la vita di Zanardi e tutte le sue rivincite, da far vedere e raccontare per sempre.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *