Mondiali Volley 2018: l’Italia a caccia dell’impresa casalinga

Mancano due giorni, eppure ancora pochi lo sanno. Colpa della pubblicità, colpa del calcio forse, ma quel che è vero è che, domenica a Roma, inizieranno i Mondiali di Volley 2018. Mondiali casalinghi per noi, per il nostro Italvolley maschile. alla caccia di qualcosa di grande. Quel mondiale che manca dal 1998, e che a distanza di venti anni, cerchiamo di andare a riprendere.

Ancora poca visibilità per il volley, nonostante i mondiali

Siamo quasi alla vigilia del mondiale casalingo, eppure ancora in pochi ne sono a conoscenza. Mondiali che si svolgeranno in Italia e Bulgaria, con le Final Six che si disputeranno a Torino. Mondiali che per noi rappresentano un arrivo importante, la speranza di un piazzamento finale che riempa di gioia il popolo del volley.

Purtroppo la pubblicità per questo sport è sempre minore. Meriterebbe molto di più. A livello di nazionale, ma anche di club, in Italia non siamo messi per niente male. A differenza del mondo del calcio, stiamo vivendo un bel momento. Il ricordo del cammino azzurro di Rio è ancora impresso sulla mente di tutti. Un secondo posto finale che è valso come una vittoria, di fronte al grande Brasile.

Proprio durante le Olimpiadi di Rio è esploso un incredibile tifo per la nazionale di pallavolo. Tifo ed entusiasmo che con il tempo si è affievolito. Il motivo probabilmente è sempre quello, in Italia per gli sport minori c’è sempre meno pubblicità. Il calcio ha il sopravvento su tutto, e gli sport minori sono sempre meno seguiti, eccezion fatta durante le Olimpiadi, appunto.

Ma quel grande tifo che portiamo nei momenti più importanti, lo dovremmo praticare sempre, perché questo sport, questa nazionale, questa Italia lo merita.

L’Italvolley maschile alla caccia del Mondiale casalingo

Non sarà facile, ma giocare i mondiali in casa ti carica, ti da quell’energia e quelle motivazioni in più che. in altre circostanze, sono impossibili avere.

Oltre al fatto di giocare in casa, abbiamo dalla nostra una bella nazionale, costruita bene da Blengini, un commissario tecnico importante, che da diversi anni guida l’Italvolley.

Poi la nostra punta di diamante, Ivan Zaytsev, il talento, il fenomeno della nazionale italiana. Colui che ci deve trascinare in campo, come ha sempre fatto. Insieme a lui Juantorena, Lanza, Giannelli, Anzani, Colaci, tra gli altri. Uomini importanti, giocatori forti e in grado di fare la differenza. Dei talenti che ci possono far sognare, proprio come a Rio.

La concorrenza è forte, i campioni in carica della Polonia cercheranno di difendere il titolo, conquistato quattro anni fa. Ma Brasile, Serbia, USA, Russia e Francia, sulla carta, sono tra le favorite per arrivare a Torino.

La speranza è che, in mezzo a queste potenze, ci sia anche l’Italia. La nostra nazionale deve dare la giusta continuità, per poter stare sempre tra le big mondiali.

Ci affidiamo dunque a Zaytsev e compagni, che con la loro adrenalina e grinta, ci regaleranno un mese di grande emozioni. La speranza che li davanti, a Torino, ci saremo pure noi. Così che la pallavolo in Italia sia ancora più seguita, grazie a questi mondiali, e grazie a questa nazionale che ci può regalare grandi emozioni.

 

Please follow and like us:

2 pensieri riguardo “Mondiali Volley 2018: l’Italia a caccia dell’impresa casalinga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *