Marchisio, il principino diventa zar

Marchisio ha deciso, lui non molla, anzi rilancia. L‘addio alla Juve è stato un fulmine a ciel sereno per tutti, per i tifosi per primo, ma anche e soprattutto per lui. E’ stata una storia d’amore bellissima, durata 25 anni, e che non finirà mai. Il suo tifo rimarrà sempre quello, solo quei due colori.

Però Claudio si sente ancora un giocatore importante, ed in effetti lo è.

Claudio Marchisio ha firmato per le prossime due stagioni con lo Zenit di San Pietroburgo. Decisione importante e niente sirene cinesi o americane. Certo, la questione stipendio è elevata anche allo Zenit, ma il progetto è sicuramente molto più interessante.

Marchisio segue le orme lasciate da Buffon

E’ normale che dopo la decisione presa ad inizio mercato da Buffon, Marchisio, forse, è stato un po’ condizionato per le sue scelte. Come per Buffon, la sua decisione è molto simile. Rimanere in Europa, con un club importante, in un campionato comunque interessante, come quello russo, e rimettersi definitivamente in gioco.

Lo Zenit giocherà l’Europa League quest’anno, quindi evitato al momento l’incrocio con il passato bianconero, salvo poi clamorose avvenimenti in futuro.

Un progetto importante, quello sposato dal principino. Da lui definito ambizioso e soprattutto vincente.

Lo Zenit manca il titolo russo dal 2015, e parte quest’anno per cercare di riportalo a San Pietroburgo. La partenza, visto che il campionato russo è già cominciato da tempo, non è male, e lo Zenit è già primo in classifica.

Una squadra ben attrezzata, con Dzjuba tra tutti, come autentico trascinatore. Ma anche l’ex giallorosso Paredes, ad alzare ancor di più il livello della squadra.

Insomma Marchisio si prepara alla sua nuova avventura, magari mettendo in valigia qualche maglione in più, insieme alla grande voglia che ha di tornare protagonista assoluto.

Due cause che si incrociano, due destini che vanno diretti per la stessa strada, pronti a nuovi traguardi e vittorie insieme. Il principino da oggi è diventato ufficialmente Zar, e va in Russia per conquistare l’affetto di San Pietroburgo.

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “Marchisio, il principino diventa zar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *