Ferrari KO a Monza, addio mondiale?

Dopo le qualifiche di sabato era lecito aspettarsi una domenica diversa. Un gran premio diverso. La Ferrari ha deluso a Monza, la Ferrari, nonostante il secondo posto di Raikkonen, esce con le ossa rotte dal weekend di casa.

L’errore di Vettel, la tattica (sporca) della Mercedes, messi insieme all’audacia di Hamilton che, con o senza o fortuna, sfrutta ogni minimo spiraglio che ha, e scappa sul mondiale.

L’errore di Vettel e la sconfitta Ferrari

Raikkonen secondo, Vettel quarto. Non è tutto da buttar via, ma per come si erano messe le cose nelle qualifiche, nello sport questo, si chiama sconfitta.

La prima curva andava gestita meglio dai due piloti Ferrari. Forse era meglio non darsi fastidio, o forse Kimi doveva far passare Vettel. Le riflessioni sono tante, ma il finale è solo quello. Vettel risponde violento all’attacco di Hamilton e compromette la sua gara. Un altro errore per Vettel dopo quello della Germania. Li allora, perse la vetta del mondiale, qui rischia di averlo compromesso definitivamente.

E’ vero, le gare al termine del mondiale sono 7, ma questi errori si pagano, specie con avversari del genere. Vettel deve essere più lucido in certi contesti, perché un errore ad inizio campionato può essere recuperato, mentre a questo punto infligge un peso enorme. Sono diventati 30 i punti di distacco da Hamilton, gap colmabile con il punteggio moderno in Formula 1, ma sempre consistente.

Punteggio consistente, specie se il tuo avversario è Hamilton, uno che non sbaglia mai e che ha una macchina perfetta. Ogni minima opportunità la sfrutta a suo favore. Quasi tutte le vittorie di questo mondiale dell’inglese, vengano da errori o dettagli curati male dalla Ferrari. Per non parlare del fatto che i piloti Mercedes giocano sempre di squadra, cosa che alla Ferrari non riesce quasi mai.

Testa bassa e pedalare, il comandamento in casa Ferrari

Non ci sono più ragionamenti da fare in casa Ferrari, ora c’è da mettersi giù e pedalare. Si capisce la rabbia dei tifosi del cavallino, mai come quest’anno la monoposto va così forte. Tanto forte da mettere in difficoltà la Mercedes. Una Ferrari insomma, che se la può giocare alla pari con la scuderia tedesca, forse superandola pure.

Tutte cose che possono dare ancora più fastidio, perché nonostante tutto, Hamilton e la Mercedes sono sempre davanti.

Mancano ancora 7 gare alla fine di questo Mondiale. Tanti punti in gioco, ma il gioco stesso ora, lo comanda Hamilton e la sua scuderia. Per la Ferrari il mondiale pare quasi compromesso, ma mollare la presa non è consentito, e d’ora in avanti c’è bisogno di dare la svolta decisiva, nel bene o nel male.

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “Ferrari KO a Monza, addio mondiale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *