Sorteggio Champions, italiane contente a metà

Nel tardo pomeriggio di ieri, si è svolto, al Grimaldi Forum di Montecarlo, il sorteggio dei gironi della prossima Champions League.

Urna, che come prevedibile, ha riportato diverse sorprese, con grandi partite sin dalla fase a gironi.

Sorteggio che ha regalato gruppi più o meno impegnativi anche per le italiane. Juve e Roma si ritrovano in un girone fattibile, ma la sorte è stata meno fortunata per il Napoli e l’Inter.

I gironi “italiani” usciti dal sorteggio della prossima Champions League

Juventus nel gruppo H con Mourinho

E’ stato un sorteggio, per la Juventus, che può definirsi buono, ma non eccezionale. Il pericolo più grande è rappresentato dal Manchester United di Mourinho, guidato dal grande ex Pogba. Sicuramente è un Manchester discontinuo quello degli ultimi tempi, ma non va sottovalutato. Una squadra ricca di campioni che sarà la grande rivale del gruppo H per la Juve.

Il problema poi per i bianconeri, è la presenza pericolosa del Valencia. La squadra spagnola è reduce da un annata importante, dopo due dodicesimi posti in campionato. Non più presente in rosa Simone Zaza, ma ci sarà comunqueun ex per parte, Neto negli spagnoli, e Cancelo nella Juve. Da fare attenzione al buon attacco del Valencia, con Gameiro e Batshuayi.

L’altra squadra del girone sarà lo Young Boys. La famosa squadra cuscinetto, ma mai da sottovalutare, e tenere sempre in considerazione, soprattutto in una sfida in trasferta.

Insomma un girone fattibile per la Juve, dove il sorteggio ha regalato Mourinho, ma non spaventa perché l’obiettivo è più grande.

Sorteggio sfortunato per il Napoli nel gruppo C

Essere in seconda fascia era un buon privilegio. Una big da incontrare era quasi scontato, ma per il Napoli il sorteggio è stato sfortunato.

Beccato il PSG di Buffon e Neymar, una delle favorite della vittoria finale. Sarà grande sfida con l’ex Cavani, ma sarà molto impegnativa. La sfortuna però si è accanita soprattutto nella terza fascia, dove c’era solo una squadra da evitare, la finalista della scorsa Champions, il Liverpool. La squadra di Klopp sarà un duro scoglio da superare per i partenopei.

Due big match impegnativi per Ancelotti, che sarà chiamato già alla fase a gironi in un dentro/fuori importante.

Quarta fascia che regala una squadra cuscinetto su cui fare punti è fondamentale, lo Stella Rossa.

Roma contenta, c’è il Real nel gruppo G

In seconda fascia, come il Napoli, ma nettamente più fortunata la Roma. Si prende i campioni in carica del Real Madrid è vero, ma soprattutto ai gironi, non spaventano come in una sfida da dentro o fuori. L’assenza di Ronaldo e il cambio in panchina, fanno ben sperare l’ambiente giallorosso.

La fortuna è stata anche di beccare Cska Mosca Viktoria Plzen. Saranno sicuramente due trasferte impegnative, soprattutto quella in Russia, ma con la consapevolezza di essere superiore a queste squadre.

Insomma se la Roma si comporta bene, come fatto nella scorsa stagione, la qualificazione agli ottavi, non sembra poi così difficile. Ma occhio ai cali di tensione e a non sottovalutare le partite di Champions League.

Inter, un ritorno da girone della morte nel gruppo B

Un sorteggio impossibile, ma che però era prevedibile visto la partenza dalla quarta fascia. L’Inter si ritrova nel girone del Barcellona e del Totthenam, senza dimenticare una squadra temibile come il PSV.

Un girone difficilissimo, e un sorteggio sfortunato, soprattutto considerando il gruppo D, di cui parleremo in seguito.

Prendere il Totthenam di Kane non è un buon auspicio. Squadra che è rimasta tale all’anno scorso, e difficile da affrontare, la Juve ne sa qualcosa. Poi il Barcellona parla da se. Certo, se giochi come la Roma nella scorsa edizione, tutto è possibile, ma difficilmente Leo Messi e compagni fanno lo stesso errori per due volte consecutive. Senza dimenticare appunto poi, la trasferta pericola ad Eindhoven, dove non è mai semplice giocare.

Sarà un bel test per i nerazzurri, che potranno capire il loro vero valore nell’Europa che conta, dopo molti anni di assenza.

Gli altri gironi usciti dal sorteggio

Gruppo A con l’Atletico pronto a dominare

Sarà un bellissimo girone quello con Atletico, Borussia Dortmund, Monaco e Bruges. 

La squadra di Simeone parte come favorita del girone, ma il sorteggio gli ha regalato un Dortmund da non prendere sotto gamba. Tanti giovani forti, guidati da Reus e Gotze e soprattutto un allenatore di grande talento come Favre.

La trasferta insidiosa contro il Monaco sarà un altra bella sfida, anche se la squadra del principato non mete più paura come qualche anno fa.

Un bel girone, godibile per le belle sfide tra Atletico e Borussia, che sono le favorite per il passaggio del turno.

Gruppo D, il girone più desiderato del sorteggio

Tutti volevano finire qui, tutti lo hanno desiderato, ma alla fine, da più desiderato, è diventato il più odiato dai big. Un gruppo con la testa di serie che sono i campioni di Russia, il Lokomotiv Mosca, faceva prevedere uno spiraglio per chi era di fascia minore. Questo spiraglio se lo è preso il Porto, forse la favorita del girone.

Schalke Galatasaray non saranno però da escludere. Il sorteggio ha regalato un gruppo dove se la possono giocare tutti per il passaggio.

Certo, tutto pare tranne che un gruppo di Champions League. Anche per questo va giustificata la rabbia delle altre squadre, un rabbia condizionata dalla sfortuna avuta nel sorteggio

Gruppo E, caccia al Bayern

Girone tutto sommato facile per il Bayern Monaco. Come tutti gli anni partono tra i favoriti della rassegna europea, e con un girone così, la qualificazione non è nemmeno da mettere in discussione.

Sarà comunque un bel raggruppamento, perché la storia del calcio passerà da qui. Ajax Benfica rappresentano soprattutto il passato del calcio. Cercheranno di dare fastidio alla corazzata tedesca, ma più che altro sarà sfida per il secondo posto.

AEK Atene destinata invece, ad un girone tosto, dove rendersi protagonista per la squadra greca sarà dura.

Gruppo F Guardiola contro tutti

Discorso più o meno simile in questo gruppo. Il sorteggio ha regalato al Manchester City di Guardiola, un girone dove il passaggio del turno, salvo sorprese, è garantito. Sicuramente sarà dura la trasferta in Ucraina, in casa dello Shakhtar Donetsk, squadra sempre ostica da affrontare. Il Lione invece, pare partire con i favori del pronostico come seconda del girone. La squadra francese si ritrova in un girone difficile ma ha la qualità per passare. Tutto da vedere cosa porterà invece l’Hoffenheim al gruppo. Sicuramente non sarà una squadra cuscinetto, sarà tosta da affrontare, soprattutto in Germania, ma non impossibile da battere.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *