Vuelta, i favoriti a pochi giorni dalla partenza

E’ la settimana che porta all’inizio della settantatreesima Vuelta a Espana, e il mondo del ciclismo si prepara a all’ultimo grande Giro della stagione.

Sarà una Vuelta all’insegna delle grandi montagne. Un percorso adatto soprattutto ai scalatori, con pochi chilometri di cronometro, cosa controcorrente rispetto agli ultimi grandi giri. Ma forse il primo fatto positivo di questa Vuelta è proprio questo, gli scalatori assoluti protagonisti.

Proprio per questo motivo si vedranno al via tanti grandi nomi, con la speranza, quasi certa, di vedere dei grandi duelli.

I big in gara alla Vuelta

L’italia si affida ai soliti due, Nibali e Aru

Tanti i big in gara, e tra questi anche i nostri due portabandiera per le corse a tappe, Nibali Aru.

Vincenzo Nibali, dopo la sfortuna del Tour, che lo ha portato al ritiro forzato e a subire un intervento chirurgico, riesce con un recupero lampo, a presentarsi al via e ad indossare il dorsale numero 1. Numero affidategli vista l’assenza del campione in carica Froome. Sarà comunque senza grandi obiettivi la corsa spagnola per Nibali, con la speranza di migliorare la propria forma, puntando diritto al grande obiettivo stagionale, il mondiale di Innsbruck.

Discorso diverso per Fabio Aru. Il corridore sardo, dopo la delusione del Giro d’Italia, proverà a rimettersi di nuovo in gioco, con gli altri, ma soprattutto con se stesso. Provare a tornare su quel trono che lo lanciò nel 2015 non sarà facile, ma sogni e speranza non muoiono mai.

Il grande favorito, Quintana

Il grande uomo da battere in questa edizione sarà probabilmente Nairo Quintana. Dopo un Toru deludente, con più bassi che alti, cercherà di rifarsi su strade a lui più amiche. E’ dal Giro 2017, dove arrivò secondo, che non vediamo il vero Quintana. Questa Vuelta darà un nuovo segnale del colombiano.

A sua disposizione, o forse no, avrà Valverde, l’eterno campione. Da capire, per l’appunto, se proverà solo qualche acuto in vista del mondiale, o se proverà a puntare al colpo grosso, su strade però che forse, anche per uno come lui, sono troppo dure

Occhio ad un altro duo, quello Astana

A sfidare il duo Movistar ci sarà un altro duo, quello Astana con Miguel Angel Lopez, seguito da Pello Bilbao, probabilmente suo scudiero. Il colombiano dell’Astana è chiamato tra i grandi favoriti di questa Vuelta dopo l’ottimo Giro ed una crescita che non si è mai fermata. Potrebbe essere la corsa giusta per esplodere definitivamente.

I gemelli Yates alla caccia della Vuelta

Che siano i gioiellini del ciclismo lo sappiamo già, ma i gemelli Yates ora, hanno bisogno di successi importanti. Ci è andato vicino Simon Yates al Giro, prima di incappare in una pessima ultima settimana. Il gemello Adam invece, dopo un buon inizio stagione, ha deluso al Tour, dove tutti si aspettavano la sua grande esplosione. Interra spagnola ci sarà molto pane per loro, e la possibilità di vederli avanti a tutti ci sono. Un duo forte, molto forte, che rischia di sbancare la Vuelta

Pinot e Porte, attenti a quei due

Tra i possibili papabili per questa Vuelta ci vogliamo mettere altri due nomi importanti. Thibaut Pinot non ha forse mantenuto le grandi promesse fatte anni fa. Il terzo posto al Tour 2014 è un ricordo lontano. Viene alla Vuelta con una squadra molto giovane, dove punterà al massimo possibile, sperando di non incappare nelle sue classiche giornate no.

Discorso diverso, e pieno di speranze che questo ragazzo meriterebbe. Stiamo parlando di Richie Porteun corridore sfortunatissimo che ha bisogno di un acuto, e di togliere la maledizione dei grandi giri. Torna dopo l’ennesimo infortunio della sua carriera, con una condizione tutta da vedere. Cercherà di compiere l’impresa, perché d’altronde, dopo tutto quello che è successo, ogni appassionato di ciclismo fa un po di tifo per l’australiano.

Gli altri da tenere d’occhio con l’assenza dei big Sky alla Vuelta

Sicuramente sarà un Giro diverso rispetto agli altri, vista anche l’assenza dei veri big del Team Sky. Attenzione però a non sottovalutare lo spagnolo David De La Cruz, che si presenta con i gradi di capitano, cercando un bel piazzamento finale.

Da non dimenticare tra gli altri il duo Lotto NL Jumbo, BennetKruijswijk Rafal Majka, presenti magari con diversi obiettivi a questa Vuelta, ma con le strade che si definiranno bene solo in corsa

Non li abbiamo messi tra i super favoriti, ma sicuramente saranno li davanti quando la strada salirà, parliamo del russo Zakarin e soprattutto di Rigoberto Uran. Il colombiano è reduce da un pessimo Tuor, dove di è dovuto ritirare a causa di problemi fisici, cerca quindi un riscatto in questa Vuelta.

Il parco nomi quindi, è davvero importante, da diversi anni non vediamo così tanti partenti importanti al via della Vuelta. Al di la della coppia Sky, Froome e Thomas, ci sono quasi tutti. Obiettivi differenti, visto l’arrivo del mondiale, adatto ai scalatori come mai in questi ultimi anni, ma il tasso tecnico resta comunque elevato.

Le speranze di una grande corsa ci sono, non ci aspetta che assistere a quest’ultimo grande Giro della stagione, con una parte del nostro tifo diretto ai corridori nostrani. Ma soprattutto la speranza di vedere un giro che esalta atleti e paesaggi, e non i fatti accaduti al Tour.

 

Please follow and like us:

2 pensieri riguardo “Vuelta, i favoriti a pochi giorni dalla partenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *