Real Madrid, prima finale senza Ronaldo persa

E’ iniziata una nuova era in casa Real. E’ iniziata l’avventura di Lopetegui e di un Real senza Cristiano Ronaldo. Il primo risultato però, è subito un record in negativo, infatti il Real Madrid ha perso la finale di Supercoppa europea contro i cugini dell’Atletico.

Da 18 anni il Real Madrid, non perdeva una qualsiasi finale. Dal 2000 in poi tutte vittorie. Come quella in Champions League nel 2014, proprio contro l’Atletico, dove un gol all’ultimo secondo di Sergio Ramos, portò la sfida ai supplementari, che poi vinse il Real appunto. La stessa cosa è successa ieri sera, ma a squadre invertite. Il calcio da e il calcio toglie, questa è la legge che vige da sempre.

Partenza in salita per il Real Madrid

Che l’addio di Ronaldo portasse cambiamenti, era chiaro da tempo. Inutile nasconderlo. E’ vero, gli effettivi in rosa sono sempre quelli. Ora forse, visto anche il calciomercato fin qui, il Real Madrid punterà più sui giovani canterani, partendo dai vari Asensio e Ceballos.

Ma la differenza senza CR7 si è vista. Le lacune in difesa, ieri sera, sono diventate voragini. Problemi difensivi che nel Real sono presenti da sempre, ma senza il portoghese davanti si notano di più.

Qualcuno può dire che differenza non c’è. Forse è vero, alla fine il Real Madrid non ha giocato poi così male, ma non può essere una scusante per le “merengues”. L’assenza di un uomo come Cristiano che ti risolve le partite da solo, è importante. Non solo a livello tecnico quindi, ma soprattutto psicologico. Ramos e compagni questo lo sanno bene.

Dopo 18 anni, ma soprattutto dopo questi ultimi anni da padroni assoluto, forse potremmo ammirare il primo cedimento dei “blancos”. D’altronde non tutto dura in eterno.

La vendetta che si è pregustata ieri sera l’Atletico, sarà solo un antipasto per quello che verrà. Sia chiaro, il Real lotterà come sempre per i grandi traguardi, ma la vulnerabilità dimostrata ieri sera è un grande segnale.

Lopetegui forse è l’uomo giusto per aggiustare tutto questo, basti vedere che aveva fatto prima del mondiale con una Spagna malata. Potrebbe però non bastare, perché l’addio di CR7 è stato duro da digerire, e i compagni di squadra lo sentono.

Ci aspetta quindi una grande stagione europea, con tante squadre in corsa per la coppa dalle grandi orecchie. I campioni in carica del Real dovranno difenderla con le unghie e con i denti, perché da quest’anno qualcosa può cambiare, oppure no, tutto dipenderà dalla squadra più vincente di sempre.

Please follow and like us:

Un pensiero riguardo “Real Madrid, prima finale senza Ronaldo persa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *