Chiellini, primo compleanno da capitano

Essere il capitano della propria squadra è sempre una grande soddisfazione. Essere capitano della Juventus per Giorgio Chiellini è il coronamento di una lunga carriera in bianconero. La storia e la tradizione della società torinese, vuole che la fascia di capitano la prenda il veterano della squadra, come è giusto che sia. Cosi che mano a mano, si tramandi di braccio in braccio.

Purtroppo nel calcio di oggi, con le bandiere in via di estinzione, non è sempre confermata la regola.

34 anni e ultime stagioni da calciatore e capitano della Juve per Chiellini

Una lunga carriera in bianconero. Dal 2005, Chiellini, veste la maglia della vecchia signora, dopo le esperienze con il Livorno e la Fiorentina. Uno di quei giocatori rimasti in Serie B, l’ultimo dei veterani di lungo termine.

Con l’addio di Buffon, Giorgio eredita quella fascia che ha già indossato diverse volte in passato. Quella fascia che gli ha permesso di alzare dei trofei, come la Coppa Italia. Ma ora è ufficialmente sua, e lo sarà fino al termine della sua carriera.

Un pilastro per la difesa bianconera e della nazionale italiana. La Juve grazie alla difesa di ferro, formata da lui, Barzagli e Bonucci, ha costruito anni e anni di vittorie. E quest’anno la famosa “BBC” torna protagonista con la maglia bianconera, grazie al rientro a Torino di Leonardo Bonucci.

Chiellini non ha mai nascosto la grande amicizia che lo lega all’ex numero 19 del Milan, e il suo ritorno, torna a formare una coppia che in testa ha solo un obiettivo, la coppa dalle grandi orecchie.

E’ considerato uno dei difensori più forti a livello mondiale degli ultimi anni. La sua grinta e la sua cattiveria in campo lo hanno reso duro da affrontare, per qualsiasi avversario. Ma per chi non conoscesse Chiellini, deve sapere che il ragazzo duro che è nel rettangolo verde, si trasforma in un uomo colto e saggio nella vita di tutti i giorni.

Uno dei pochi calciatori laureati in circolazione. Laurea che ha preso nel 2010, in economia e commercio, e la magistrale in business administration nel 2017.

Insomma una brava persona, che ora, con la fascia di capitano di una delle società calcistiche più importanti al mondo, sogna di alzare quella coppa che sfugge da troppi anni.

Proprio la Champions League, il pensiero fisso di questa stagione e per tutto il finale di carriera che lo attende. Chiellini vuole chiudere in bellezza questa sua avventura, ed ora che è il vero trascinatore della Juve, ha solo un obiettivo, portarla sul tetto d’Europa.

 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *