Romagnoli, il nuovo capitano del Milan

L’addio di Bonucci sancisce un cambiamento di gerarchie in casa rossonera, dove Alessio Romagnoli vince il ballottaggio con Bonaventura, e diventa il nuovo capitano del Milan.

Questa sera quindi, in vista dell’amichevole di lusso al Bernabeu contro il Real, il numero 13 rossonero esordirà ufficialmente con i nuovi gradi di capitano

Romagnoli come Totti e Ronaldo, scelta giusta per società e tifosi

Il Milan è nell’anno zero, quello della ripartenza ufficiale. Dopo un’annata disastrosa come la scorsa, via i cinesi, e società di nuovo in mano a persone serie e competenti.

La rifondazione è partita, ma non proprio da 0. E’ ripartita sulla base già costruita, con Gattuso condottiero in panchina, e due nuovi arrivi dietro la scrivania, Leonardo e Maldini.

Nuovi arrivi dirigenziali che hanno subito messo a segno un grandissimo colpo, Gonzalo Higuian.

A differenza dello scorso anno però, la ragione, per fortuna della società e dei tifosi, ha preso il sopravvento. Mai più fascia di capitano, e promesse, a nuovi arrivati, ma dare il giusto premio a chi guida questa squadra da anni.

Jack Bonaventura era forse il nome più giusto, per ereditare la fascia. Ma la società ha voluto premiare, e forse incoraggiare ufficialmente, il suo difensore leader del reparto, Romagnoli. L’addio di Bonucci, non lasciava libera solo la fascia di capitano, ma anche il posto di leader nel reparto arretrato del diavolo. Posto che con l’arrivo di Caldara spetta di sana pianta ad Alessio Romagnoli. Oramai alla quarta stagione al Milan, Romagnoli ha avuto una crescita molto importante, sia come giocatore che come persona. L’anno scorso ha avuto una crescita elevata, anche grazie alla presenza di Bonucci.

Ora il Milan gli affida la fascia di capitano. Un compito importante, soprattutto per un ragazzo di 23 anni, che ha sulle proprie spalle, un peso di una squadra storica da portare avanti. Più o meno come quando Totti nella Roma, e Cristiano Ronaldo nel Portogallo, hanno ereditato negli stessi anni la fascia di capitano, mantenendo le promesse da cui partivano.

Un peso che ci sta quindi, con i precedenti che parlano a suo favore. I compagni conteranno ancora di più su di lui come punto di riferimento dentro e fuori lo spogliatoio.

Per Alessio quindi, non inizia solo una nuova stagione, ma una nuova parte della sua carriera, che può portarlo a diventare uno dei difensori più importanti al mondo, nonché uno dei giocatori più importanti della storia del Milan.

Please follow and like us:
error

Un pensiero riguardo “Romagnoli, il nuovo capitano del Milan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *