Bonucci, Torino-Milano andata e ritorno

Certi amori non finiscono mai, fanno giri immensi e poi ritornano. Più o meno recitava così una vecchia canzone, la più vera impressione che si ha in questo momento di Leonardo Bonucci.

Viaggio per Milano di solo andata

Un anno fa successe l’impossibile, Leonardo Bonucci al Milan. Lo stesso Bonucci che della Juve era primo tifoso, nonché trascinatore e leader. Lo stesso Leonardo che durante le partite di squalifica andava in curva insieme ai propri tifosi. Si, proprio quel Bonucci li. Incredibile ma vero, dopo 7 anni lascia la vecchia Signora.

Tifosi infuriati. La parola traditore sarà la più usato per un anno intero dai tifosi bianconeri. D’altronde, quando vai in una squadra rivale e prendi la fascia di capitano, è normale. Una nuova vita quindi per Leo, che dovrà reggere l’odio dei suoi vecchi tifosi.

E lo farà in maniera egregia, con il gol allo Stadium, inutile ai fini del risultato, ma una soddisfazione immensa per lui. Ma solo quello resta, perchè l’annata a Milano è da dimenticare. La sconfitta in finale di Coppa Italia, proprio contro la Juve, pesa sull’orgoglio del capitano del Milan. E forse da li, qualcosa inizia a cambiare nella sua testa. FOrse la scelta presa un estate fa non è stata la più giusta della sua carriera.

Un ritorno mai prenotato, Bonucci di nuovo a Torino

Sarà l’effetto CR7, sarà il malumore e la volontà del giocatore o sarà semplicemente un calciomercato pazzo, ma quello che non ti aspetti alla fine arriva. Nel calcio è sempre così. Quello che è successo l’anno scorso con il passaggio di Bonucci al Milan, si ripete in maniera ancora più epica quest’anno.

Le prime voci, seguite da smentite e conferme clamorose. Dirigenti e agenti in movimento continuo, lo scambio dell’estate si farà. Higuain e Caldara al Milan e Bonucci di nuovo a Torino, un ritorno totalmente inaspettato.

Se i tifosi milanisti sono in festa per l’arrivo di Higuain, e soddisfatti per l’ingresso in rosa del giovane difensore più forte in Italia, dall’altra parte i tifosi bianconeri hanno i loro dubbi, per lo scambio ma soprattutto per Bonucci.

Bonucci-Juve, un amore da ricostruire

Non sarà facile per Bonucci tornare a vestire la maglia bianconera. Non sarebbe facile per nessuno. Chi lo amava e lo seguiva incondizionatamente dalla sua scelta, sarà contento di questo ritorno. Ma l’accoglienza riservatagli allo Stadium lo scorso campionato la dice lunga su come sarà accolto ora dai tifosi bianconeri.

Il gol poi, con l’esultanza focosa con i propri tifosi, ha scatenato l’odio anche ai tifosi più tranquilli.

Ed ora incredibilmente, dovrà resettare tutto, e ricostruire quello che in un anno ha bruciato tutto.

Sarà il campo a parlare per lui. Ma lo stesso Bonucci questo lo sa. L’unico modo per farsi perdonare è riprendersi la leadership difensiva che aveva con i bianconeri fino ad un anno fa. Aiutare il club a prendersi quella benedetta Champions. E forse, arrivati a quel punto, Bonucci potrà dire di aver ricostruito il rapporto con i suoi vecchi tifosi.

Dipenderà tutto da lui, e da quello che farà sul campo.

Potrebbe essere una bellissima storia d’amore, ma per il momento ne rimane solo l’idea. Un idea resa possibile da un calciomercato pazzo, che non ha più niente a che vedere con le bandiere di un tempo.

Questo è il calcio moderno, per i ricordi (purtroppo) ci sarà tempo.

Please follow and like us:
error

2 pensieri riguardo “Bonucci, Torino-Milano andata e ritorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *