Alisson Becker, il portiere dei record

E’ l’estate dei portieri E’ il mercato dei portieri. Alisson Becker è ufficialmente un giocatore del Liverpool.

Il portiere più pagato della storia del calcio, con oltre 70 milioni spesi per lui, bonus compresi.

Superato il record che resisteva dal 2001 e apparteneva a Buffon, passato alla Juventus per 75 miliardi delle vecchie lire.

Alisson vale 70 milioni?

Il calciomercato negli ultimi anni è cambiato in maniera radicale. Oramai le cifre dei cartellini dei giocatori sono lievitati a dismisura. Se pensiamo ai vari Bale, Pogba, pagati intorno ai 100 milioni, senza escludere Neymar, pagato sui 200 milioni dal PSG l’estate scorsa. Sono numeri incredibili che nessuno si sarebbe aspettatto di arrivare a spendere 10 anni fa. Ma è questa è stata, e sarà ancora, l’evoluzione che il calciomercato ha intrapreso.

Alisson, costato 62,5 milioni più bonus di 10 milioni al Liverpool, può essere considerato troppo per un portiere. Ma considerando l’importanza che nel suo ruolo, possiamo dire che è una cifra giusta per un portiere arrivato ai suoi livelli. Basti sempre pensare che l’anno scorso, il Manchester City, ha pagato il proprio portiere, Ederson, una cifra vicina ai 40 milioni. Prezzo molto inverosimile per il valore, comunque buono, di questo portiere.

Coronamento di una lunga gavetta

Alisson è un portiere brasiliano, classe ’92. Ventisei anni quindi, l’età giusta per un portiere per prendersi la scena mondiale. E’ stata per lui una lunga gavetta, se si pensa all’esplosione che c’è di portieri nel calcio di oggi.

Cresciuto nell’Internacional e portato in Europa dalla Roma. Prima stagione in Italia per lui che sa molto di ambientamento, facendo praticamente il secondo a Szczesny. Poi l’esplosione. L’addio dell’ex numero 1 polacco, con destinazione Juve, gli ha aperto la strada verso la porta giallorossa. Stagione incredibile, con parate e prestazioni spaventose, sopra la media. Se la Roma è arrivata in semifinale di Champions, gran parte del merito spetta a lui.

Stagione conclusa con la convocazione per i mondiali in Russia, dal suo Brasile. Mondiale nella norma per lui. La presenza di uno come Alisson tra i pali, si sente. E’ chiaramente un giocatore che fa la differenza. Nell’eliminazione del Brasile ai quarti, lui non ha ne colpe, ne responsabilità.

L’estate dei portieri

E’ la stagione dei portieri. E’ l’estate dei portieri. Come succede spesso per gli attaccanti, anche per i portieri quest’anno, esige la stessa regola, se parte uno, scatena il valzer degli altri.

L’addio di Buffon alla Juve dopo 17 anni, direzione PSG, può aprire le porte girevoli del club parigino per Areola. E da non escludere poi, che i sceicchi, virano secchi su un altro portiere italiano, Donnarumma.

Con il Real invece che si è assicurato Courtais, sarà da vedere chi prenderà l’eredità del belga al Chelsea. E la Roma in tutto questo? Beh, i giallorossi, pare che possano  puntare ancora su delle scommesse, fin qui vinte, e il nome nuovo per la porta è il portiere del Copenaghen e della nazionale svedese Olsen. Senza escludere in tutto questo lo stesso Areola.

In tutto questo valzer, caotico, che è appena iniziato, il numero 1 brasiliano, si siede comodo, aspettando l’inizio della stagione con la sua nuova maglia, quella dei “reds” del Liverpool.

Liverpool che si è scatenato in questo mercato dopo la finale persa con il Real, risolvendo soprattutto il problema più grande che aveva, il portiere.

E lo ha risolto in maniera egregia, prendendo, probabilmente, il portiere più forte al mondo del momento, Alisson Becker.

Please follow and like us:

2 pensieri riguardo “Alisson Becker, il portiere dei record

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *